Sport

Lazio, Correa già insidia i "big": Inzaghi studia come inserirlo

I circa 50 minuti contro Napoli e Juventus hanno convinto l'allenatore della Lazio che contro il Frosinone potrebbe concedere al "Tucu" ancora più spazio

Corsa, dribbling ed imprevedibilità. I circa 50' giocati finora da "El Tucu" Correa contro Napoli e Juventus (mica due squadrette) sono piaciuti a Simone Inzaghi e non solo. Il secondo acquisto più costoso della gestione Lotito dopo l'operazione Zarate (19 milioni contro 23), potrebbe presto ritagliarsi uno spazio importante.

Voci di corridoio già lo ipotizzano titolare al posto di uno dei due "big" della squadra, Luis Alberto e Milinkovic-Savic, apparsi ancora alla ricerca della forma migliore, com'è comprensibile alla seconda giornata. Addirittura, vista l'impellenza di vincere la prima gara stagionale, c'è chi azzarda il talentuoso trio in campo alle spalle di Immobile contro il Frosinone.

In ogni caso Inzaghi potrebbe essere l'allenatore giusto per far trovare al talento proveniente dalla provincia argentina del Tucuman (da cui il soprannome) la continuità che gli è sempre mancata. Europa League e Coppa Italia potrebbero favorire "El Tucu" in questo senso. Il ragazzo si sta impegnando al massimo e si è inserito bene. Il 24enne Joaquin, insomma, sembra essere pronto al decollo: a lui ora imparare a volare come un'Aquila.

Oltre alle esperienze di club con Estudiantes, Sampdoria e Siviglia, ha esordito con la maglia dell'Argentina il 9 giugno 2017 contro il Brasile, entrando al posto di un certo Higuain. Il primo gol con la nazionale, invece, è arrivato il 13 giugno, contro il Singapore. In quella gara, finita 6-0 per i sudamericani, segnarono anche altre due conoscenze della nostra Serie A: Federico Fazio ed il "Papu" Gomez.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio, Correa già insidia i "big": Inzaghi studia come inserirlo

RomaToday è in caricamento