Sport

Lazio, terremoto biancoceleste: Lotito striglia la squadra. Reja rischia?

Reja si addossa le sue responsabilità per le partite contro Chievo e Siena ma a Formello punzecchia la squadra: "C'è chi non corre". Il presidente Lotito a Formello: quaranta minuti di colloquio con la squadra

Le scorie della pesante sconfitta di Siena ancora si sentono. Edy Reja, sergente di ferro, sembra aver perso il polso di una parte dello spogliatoio e dopo la gara in Toscana ha tuonato: "Prepariamo tutto in allenamento e questa volta non abbiamo fatto nulla di diverso rispetto alle alle altre partima ma poi succede che perdiamo perchè qui c'è gente che non corre o non ha voglia di correre". Parole forti che sanno di accusa per alcuni giocatori e allora nessuno avrà più il posto garantito in squadra e chi farà bene durante la settimana, giocherà la domenica.

A tal proposito è voluto scendere in campo, o per meglio dire a Formello, anche il presidente Claudio Lotito che ha tenuto a colloquio la squadra per circa 40 minuti: "Contro Chievo e Siena c'era un atteggiamento inaccettabile. C'è qualcosa che non va e c'è qualcosa che non mi volete spiegare. Da oggi in poi sarò più presente, e anche Tare". Subito dopo la partita contro il Siena il ds Tare ha avuto un confronto serrato negli spogliatoi del Franchi con Hernanes, Rocchi, Ledesma, mentre la squadra aspettava per 40-50 minuti in pullman. Qualcosa potrebbe essersi rotto, proprio nel giorno del 112° compleanno

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio, terremoto biancoceleste: Lotito striglia la squadra. Reja rischia?

RomaToday è in caricamento