Venerdì, 23 Luglio 2021
Sport

Judo, dt Murakami: "Campionati Assoluti ad Ostia apriranno nuovo ciclo"

Il nuovo quadriennio olimpico presenta rilevanti novità dal punto di vista regolamentare, una nuova era segnata dalle decisioni prese a Baku dalla Federazione Internazionale

Kyoshi Murakami

Tutto pronto al PalaPellicone di Ostia per i prossimi Campionati Italiani assoluti di Judo in programma nel prossimo weekend. Nella giornata di sabato andrà in scena la gara maschile con sette titoli in palio, domenica sarà la volta della gare femminile con altrettanti titoli da assegnare.

Il Direttore Tecnico della Nazionale Italiana di Judo Kyoshi Murakami presterà particolare attenzione a questa manifestazione che rappresenta la base sulla quale edificare il prossimo quadriennio olimpico.

"I Campionati Assoluti 2017 saranno il punto di partenza del nuovo ciclo - sottolinea il D.T. Murakami - le prossime convocazioni all’European Open di Roma e Oberwart passeranno per il risultato degli Assoluti. Vorrei fare i complimenti a Fabio Basile e Odette Giuffrida per i loro successi ottenuti - continua il Direttore Tecnico - sono stati geniali, così come sono stati competitivi e determinati anche gli altri atleti presenti a Rio, primo fra tutti Marconcini, autore di una prova che avrebbe meritato il podio. Va esaltato il lavoro portato avanti dalla nostra Federazione, senza il quale non avremmo raggiunto tali risultati. Il ciclo di Rio de Janeiro è concluso e dobbiamo guardare avanti, prendendo quanto di buono fatto in passato e correggendo gli errori commessi".

Il nuovo quadriennio olimpico presenta rilevanti novità dal punto di vista regolamentare, una nuova era segnata dalle decisioni prese a Baku dalla Federazione Internazionale.

"E’ stata fatta una scelta intelligente, il nuovo regolamento favorisce la tecnica. Ai miei judoka consiglio di attaccare. Ma attaccare è complicato. E’ necessaria la tecnica e la mentalità vincente. Attaccare senza tecnica porta inevitabilmente allo shido. Quindi l’attacco ha necessariamente bisogno della tecnica, e noi lavoreremo principalmente su quella. I nostri obiettivi principali riguarderanno gli Europei, i Mondiali e le Olimpiadi. Auspico che il Judo italiano nei prossimi anni possa superare i risultati ottenuti a Rio de Janiero - conclude Murakami - non sarà facile arrivarci, ma la qualità dei judoka italiani è tanta, quindi lo ritengo un obiettivo raggiungibile".

   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Judo, dt Murakami: "Campionati Assoluti ad Ostia apriranno nuovo ciclo"

RomaToday è in caricamento