Karate, kumite juniores: Ilaria Zangrando bronzo agli internazionali d'Italia

Un risultato che acquista maggior valore considerato che è stata battuta solo da Silvia Semeraro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Ilaria Zangrando dello Sport Connection Club, torna dagli internazionali d'Italia di karate con una bella medaglia di bronzo vinta nella specialità del kumite (combattimento), categoria juniores (16-17 anni) + 59 kg. Un risultato che acquista maggior valore considerato che è stata battuta solo da Silvia Semeraro campionessa europea e mondiale in carica. Negli altri combattimenti la romana ha impressionato per la qualità del suo karate e per il superbo uso delle tecniche di gamba. Spettacolare il secondo turno quando in svantaggio per 1-0 ha ribaltato il match a suo favore con due calci al volto da applausi, un mawashi (circolare) e un uramawashi (circolare inverso). Con questa medaglia, che segue l'oro di inizio anno ai campionati italiani per regioni, si conferma tra le big della propria categoria pur essendo una 1997. "E' stata una gara molto impegnativa, ma ho capito che se ci credi fino in fondo puoi far bene" ha dichiarato la cintura nera allenata dal maestro Andrea Torre. La Zangrando ha iniziato la pratica del karate a 6 anni per prova, e si è appassionata sempre di più, come spesso ripete non potrebbe più farne a meno. Ai campionati italiani ha già vinto un argento (esordienti) e un bronzo (cadetti), e quest'anno punta con decisione a salire sul gradino più alto del podio. Le qualità tecniche ed atletiche non le mancano e con gli ultimi risultati ha acquisito anche la convinzione necessaria. Prima però il 26 aprile ci sarà il Toscana Open a Firenze, in cui la Karateka del quartiere 2 Leoni potrà testare il suo livello di preparazione.
Torna su
RomaToday è in caricamento