Giovedì, 24 Giugno 2021
Sport

Itas Diatec Trentino-M. Roma Volley 3-1 | Una sconfitta inevitabile, ma con onore

La M. Roma Volley perde con la capolista e scivola al terzultimo posto in classifica, disputando, però, un ottimo match

In una delle settimane più difficili della sua giovane storia, la M. Roma perde 3-1 (25-21, 25-21, 23-25, 25-23) in casa dell’Itas Diatec Trentino, non demeritando. Non era certo questa la partita che i neroverdi dovevano vincere e, in qualche modo, il risultato denota una prestazione più che soddisfacente, se pesiamo che i gialloblù hanno già da tempo “ammazzato” la regular season, essendo primi con 12 punti di scarto sui secondi. Roma, però, dalla fine del girone d’andata, ha alternato prestazioni entusiasmanti con le più forti (Cuneo, Modena e la stessa Trento), a prestazioni disastrose con le ultime della classe. A partire dal match di domenica, contro Ravenna, ultima in classifica, dunque, gli uomini di Giani dovranno cercare di agguantare punti fondamentali per la salvezza. Con la sconfitta di ieri, infatti, la M. Roma è stata superata anche da San Giustino e è ora terzultima, a tre punti dalla zona retrocessione. Come abbiamo più volte scritto: questa non è una posizione solo frutto dalla pessima condizione della squadra, ma soprattutto di una non chiara situazione in prospettiva futura. Tutto lascia pensare che Massimo Mezzaroma voglia, pian piano, abbandonare il volley, e la mancata decisa smentita al comunicato di dimissioni di Sacripanti, il quale sottolineava per la società: “una palesata incertezza sulle prospettive future”, va solo ad avvalorare questa ipotesi. La paventata cessione di Zaytsev, lascia, inoltre, presagire la dismissione di una squadra che, perdendo quest’ultimo, rinnega i suoi principi fondativi. Più volte, infatti, si è parlato della M. Roma come di una compagine che guarda in prospettiva e che vuole vincere grazie ai talenti del proprio vivaio. Speriamo di essere smentiti, il volley capitolino non vuole perdere l’ennesimo sogno.

La partita - La tradizione favorevole dei gialloblù è stata ancora una volta rispettata per mezzo di una buona prestazione in attacco (58% di squadra) ma anche di carattere, come dimostrato nella rimonta del quarto set su Roma (avanti 15-18 ma poi superata alla sprint). In precedenza Trento aveva dominato i due parziali iniziali prima di subire un passaggio a vuoto ed animare le speranze degli ospiti, trascinati da un grande Sabbi e da un esplosivo Maruotti. La squadra di Giani ha però dovuto fare i conti con la legge Juantorena (Mvp del match): nel momento più difficile Osmany si è ancora una volta caricato la squadra sulle spalle consentendole di chiudere la nona vittoria consecutiva da tre punti (nel girone di ritorno ha fatto sempre bottino pieno). Bene anche Sokolov, schierato in campo per tutta la gara al posto di Stokr.

Giulio Sabbi (M. Roma Volley): “Torniamo da questa trasferta nuovamente senza punti per la nostra classifica ma con diverse indicazioni positive; abbiamo avuto uno spirito diverso rispetto alle recenti sconfitte e da qui dobbiamo ripartire per cercare di raccogliere il massimo nella sfida salvezza con Ravenna”.

ITAS DIATEC TRENTINO - M. ROMA VOLLEY 3-1 (25-21, 25-21, 23-25, 25-23) 
ITAS DIATEC TRENTINO: Kaziyski 14, Birarelli 9, Della Lunga 1, Juantorena 22, Zygadlo, Vieira De Oliveira 1, Sokolov 19, Djuric 11, Colaci (L), Stokr, Bari (L), Burgsthaler. Non entrati Lanza. All. Stoytchev.
M. ROMA VOLLEY: Lebl 5, Paolucci, Paparoni (L), Maruotti 17, Zaytsev 10, Boninfante 1, Bencz 3, Sabbi 26, Cisolla 2, Bjelica 6. Non entrati Antonucci, Puliti, Corsano. All. Giani. 
ARBITRI:Puecher, Boris.
NOTE - Spettatori 2700, incasso 15000, durata set: 27', 26', 28', 29'; tot: 110'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itas Diatec Trentino-M. Roma Volley 3-1 | Una sconfitta inevitabile, ma con onore

RomaToday è in caricamento