menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli Internazionali di Tennis senza pubblico: è polemica sull’edizione a porte chiuse

Il presidente della Federtennis, Binaghi attacca la Regione Lazio: "Idiozia torneo senza spettatori". Replica la Pisana: "Attenzione a salute, anche Us Open così"

Il Foro Italico vuoto. Si giocheranno senza pubblico gli Internazionali di Tennis, in programma a Roma dal 14 al 21 settembre. Per la Capitale è il primo grande evento sportivo di respiro internazionale dalla fine del lockdown, ma l’edizione numero 90 degli Internazionali di Tennis non sarà ricordata solo per questo: incassi ridotti a 9 milioni di euro rispetto ai 34 stimati, contrazione dei guadagni del 75%. Questi i dati di un evento smorzato dall’emergenza sanitaria, catapultato nel silenzio: per giocatori e lavoratori tamponi, mascherine obbligatorie e distanziamento. Gli Internazionali di Tennis 2020 finiscono in una bolla. I grandi campioni, tra cui Djokovic e Nadal, giocheranno in un ambiente spettrale. 

Gli Internazionali di Tennis senza pubblico

E l’assenza di pubblico agli Internazionali è già un caso politico. Il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi, addossa "l'enorme ingiustizia" e la responsabilità degli spalti vuoti alla Regione Lazio guidata dal presidente Nicola Zingaretti, accusando l'ente di non aver voluto "prendere la responsabilità della presenza del pubblico e di volersi adeguare alle raccomandazioni finali del Comitato tecnico scientifico sulle porte chiuse".

La Federtennis attacca la Regione: "Idiozia torneo senza spettatori"

Una "idiozia" per Binaghi, che ha scatenato un "danno enorme: alla nostra federazione, ai giocatori, e all'economia delle aziende e di chi costituisce l'indotto" del torneo. Eppure, rivendica il numero uno federale, "eravamo disposti a fare qualunque cosa perchè il pubblico fosse presente al Foro Italico, anche in misura molto ridotta" e nonostante sia stato riconosciuto che "il tennis sia la disciplina più sicura di tutte". Poi la minaccia di portare il torneo lontano da Roma: "Se ci avessero detto per tempo quale era l'indicazione, avremmo spostato il torneo a Genova, dove c'e' un impianto già pronto, oppure in Puglia".

La replica della Regione: "Attenzione a salute, anche Us Open a porte chiuse"

"La Regione Lazio non aveva possibilità di decidere in autonomia circa la deroga al numero di spettatori in quanto gli Internazionali di Tennis si configurano come un evento sportivo di rilevanza nazionale e internazionale. La Giunta regionale - replica il Capo di Gabinetto della Regione Lazio, Albino Rubertiha - ha lavorato in questi mesi tenendo sempre alta l'attenzione sulla salute di ogni cittadino e nel pieno rispetto delle indicazioni della comunità scientifica. Del resto Binaghi, da uomo di sport, dovrebbe essere a conoscenza che anche le partite di calcio vengono giocate senza spettatori e proprio in questi giorni il torneo del grande Slam Us Open negli Stati Uniti si sta disputando a porte chiuse. Ci attendiamo le scuse del Presidente Binaghi per queste sue inopportune dichiarazioni che, ci auguriamo, siano dettate esclusivamente dalla grande passione che lo anima nella difesa di questo splendido sport".

Internazionali Tennis, Raggi: "Roma pronta ad ospitare grandi eventi"

Il pubblico "ci mancherà e mancherà alla città' di Roma: dobbiamo adeguarci al momento, abbiamo il dovere di farlo, saremo severi e rigorosi" - ha commentato il presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, "Ma è giusto aver lottato per svolgere il torneo e giocarlo comunque. Abbiamo lavorato perche' questo evento sia all'altezza degli altri eventi sportivi internazionali e lo faremo anche grazie all'organizzazione e all'innovazione tecnologica che abbiamo messo in campo per le prescrizioni anti-covid". E la città di Roma "non sta a guardare", assicura la sindaca Virginia Raggi. "Fa tutto quello che deve fare, nel pieno rispetto delle regole, per far si' che si riparta in fretta. Lo abbiamo già dimostrato in altri ambiti, come quello della cultura: la citta' è pronta a tornare a ospitare eventi importanti". 

Il rimborso dei biglietti degli Internazionali di Tennis

Per quanto riguarda il rimborso dei biglietti per il pubblico che non potrà assistere agli Internazionali di Tennis 2020 è stato ideato un supervoucher con un valore maggiorato del 25% da spendere nei prossimi due anni non solo per gli Internazionali di Roma ma anche per le Next Gen e per le Atp Finals. Ma sarà prevista anche una forma di rimborso per chi non intende avvalersi di questo strumento.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento