Sport

Internazionali d'Italia, la Pennetta è cotta. Djokovic e Sharapova ok

L'italiana è andata ko in un'ora e 18 minuti di gioco contro Elina Svitolina. Maria Sharapova invece ha superato il secondo turno, qualificandosi così per gli ottavi di finale

Proseguono gli Internazionali Bnl di Roma. Nella seconda giornata, però, arrivano brutte notizie. Dopo le vittorie di ieri di Sara Errani, Karin Knapp e Fabio Fognigni, oggi Flavia Pennetta lascia il torneo. L'azzurra, numero 26 del mondo, è stata battuta dall'ucraina Elina Svitolina, numero 19 del ranking Wta, con il punteggio di 6-4, 6-2 in un'ora e 18 minuti di gioco. 

PENNTETTA COTTA - Nel torneo della Capitale, che vale 2.428.490 dollari, la 33enne brindisina, numero 26 del tennis mondiale, è stata battuta dall'ucraina di 13 anni più giovane e sette gradini più in alto nel ranking. La Svitolina, che ha al suo attivo tre titoli Wta, l'ultimo il 2 maggio scorso a Marrakech, ha così pareggiato il conto delle sfide con la Pennetta, che aveva vinto l'unico precedente. Prossima avversaria dell'ucraina, la statunitense Venus Williams

DOPPIO ITALIANO - Buone notizie, per i nostri colori, arrivano dal doppio maschile. Gli azzurri Matteo Donati e Stefano Napolitano firmano una bellissima impresa e si impongono contro gli americani John Isner e Sam Querrey dopo un emozionante match-tie break, con lo score finale di 7-6(4) 4-6 14-12. La vittoria del duo italiano è stata accolta con entusiasmo dal pubblico del Foro Italico.

SHARAPOVA AVANTI - Al debutto negli Internazionali, Maria Sharapova ha superato il secondo turno, qualificandosi così per gli ottavi di finale, in seguito al forfait dell'australiana Jarmila Gajdosova, numero 52 del ranking, ritiratasi dopo 52' di gioco quando era in svantaggio per 3-1 nel secondo set dopo aver perso il primo per 6-2. L'avversaria della 28enne fuoriclasse russa, numero 3 del tennis mondiale, uscirà dal match che opporrà la statunitense Madison Keys alla vincente tra la francese Caroline Garcia e la serba Bojana Jovanovski. La Sharapova ha vinto al Foro Italico nel 2011 e 2012.

LE ALTRE - Tra i risultati della mattinata, da segnalare la vittoria in due set (7-5 6-2) della francese Mladenovic sulla portoricana Puig. La transalpina era stata ripescata come lucky loser al posto della russa Svetlana Kuznetsova, finalista sabato scorso a Madrid. Ha avuto bisogno del terzo set, invece, la spagnola Carla Suarez Navarro (n.10 del seeding) per superare la tedesca Mona Barthel: 6-4 2-6 6-3.

DJOKOVIC AGLI OTTAVI - Esordio vincente, anche se meno facile del previsto, per Novak Djokovic agli Internazionali Bnl d'Italia. Il 27enne serbo, numero 1 del tennis mondiale e campione in carica, ha dovuto impiegare tre set per aver ragione dello spagnolo Nicilas Almagro, 173 gradini più in basso nel ranking, e accedere così agli ottavi di finale: 6-1 6-7 (5) 6-3, dopo due ore e un minuto, il punteggio in favore di Nole. Prossimo avversario di Djokovic, il vincente tra lo spagnolo Roberto Bautista Agut e il brasiliano Thomaz Bellucci. 

FUORI CILIC, OK WAWRINKA - Saluta subito il Foro Italico Marin Cilic, vincitore degli ultimi Us Open e testa di serie numero 9, che si è arreso in soli due set (6-4, 6-3) allo spagnolo Guillermo Garcia Lopez, numero 28 ATP al termine di partita di grande difficoltà, tra errori al servizio e un crescente nervosismo. Due set sono bastati anche a Feliciano Lopez per battere Nick Kyrgios in uno dei match più attesi della mattinata.

Passaggio del turno anche per Stan Wawrinka, testa di serie numero 8, che però ho sofferto non poco contro l’argentino Juan Monaco. Lo svizzero, che da quando si è imposto a Rotterdam a febbraio non è più riuscito a vincere due partite consecutive ed è reduce da una non facile separazione con la moglie Ilham. Vittorie anche per l’ucraino Alexandr Dolgopolov, (6-4, 6-1 allo slovacco Klizan) e per il brasiliano Thomaz Bellucci (6-4, 4-3 e ritiro contro l’argentino Scwartzman).

EVENTO SNOBBATO DALLA POLITICA - Il presidente della Fit, Angelo Binaghi, forte dei numeri che gli stanno regalando gli Internazionali Bnl d'Italia in corso al Foro Italico di Roma, si toglie qualche 'sassolino': "La politica con cui ci dobbiamo raffrontare è indietro e continua a sottovalutare la portata dell'evento. Piazza del Popolo rappresenta un anello di congiunzione, è possibile che in quella piazza possano andare i peggiori politici a dire le cose peggiori e noi non riusciamo a mettere un maxischermo e due campi per far giocare i bambini, per far capire che a pochi passi c'è una bellissima festa con grandi campioni che portano avanti i valori etici dello sport?". 

E ancora: "Gli internazionali sono un evento planetario e uno dei momenti più importanti è il sorteggio al quale, se lo chiediamo, prendono parte i migliori giocatori al mondo - spiega - In qualunque paese del mondo dovrebbe essere la città o il Governo a dire di portare 20 persone dentro il Colosseo. Non è possibile attivare una sinergia per veicolare una bellissima immagine di Roma attraverso un torneo visto in tutto il mondo?".

C'è poi il problema dei collegamenti con il Foro Italico. "Il problema dei trasporti è gravissimo, non è un'eresia far deviare corsa pullman che colleghi a una fermata della metropolitana per migliaia di persone che vengono a Roma?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Internazionali d'Italia, la Pennetta è cotta. Djokovic e Sharapova ok

RomaToday è in caricamento