rotate-mobile
Sport

Roma, De Sanctis: "Dura senza Totti ma sono fiducioso"

Il portiere romanista: "Supereremo la difficoltà. L'obiettivo resta il ritorno in Europa"

Morgan De Sanctis è pronto a scommettere sulla Roma nonostante lo stop del capitano giallorosso: "Abbiamo perso Totti per infortunio, quindi arriveranno delle difficoltà, ma io sono fiducioso. Riusciremo a superarle". La formazione di Garcia, d'altronde, è meritatamente in testa al campionato e finora ha dato dimostrazione di solidità in tutti i reparti. 

"Il nostro segreto è l’aiuto dei centrocampisti" spiega il portiere ai microfoni di Radio Marte prima di soffermarsi sui traguardi stagionali della Roma: "Non cambia niente. L’obiettivo è tornare in Europa e le prime otto partite ci hanno fatto capire che possiamo far bene. Nessuno si aspettava questo rendimento, ma la strada è lunghissima. Lotteremo per entrare nelle prime cinque. Napoli e Juventus restano le più accreditate alla vittoria finale. Noi ovviamente abbiamo il vantaggio di non partecipare alle Coppe, ma attenzione pure alla Fiorentina, all’Inter e alla Lazio. Già alla fine del girone d’andata, avremo le idee più chiare". 

Le stesse che lo hanno portato a dire addio all'azzurro dell'Italia. "Se Prandelli mi dovesse chiamare? A marzo ho fatto un certo tipo di scelta, qualcuno aveva anche ironizzato pensando che la Nazionale mi avrebbe comunque lasciato a casa. Nella mia carriera, del resto, sono stato sempre sottovalutato e non conosco neanche il motivo - confessa l'estremo difensore - I compagni mi hanno sempre apprezzato. Avevo bisogno di più tempo per me e per la mia famiglia e poi avevo bisogno di riposarmi in estate. Detto questo, mi auguro che questa telefonata non debba arrivare. Buffon, Marchetti e Sirigu possono affrontare nel migliore dei modi il Mondiale". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, De Sanctis: "Dura senza Totti ma sono fiducioso"

RomaToday è in caricamento