menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Golden Gala, l'8 giugno Roma diventa capitale mondiale dell'atletica

Non c'è solo l'esperienza di Fabrizio Donato e Andrew Howe, che hanno l'entusiasmo dei giovanissimi, ma Alessia Trost nell'alto e la curiosità di vedere il 18enne Filippo Tortu

GATLIN, 100 METRI PER IL SESTO SIGILLO - Justin Gatlin va a caccia del quinto successo consecutivo (sarebbe il sesto in carriera) sul rettilineo romano dove nel 2013 ha sconfitto Usain Bolt a cui, due anni dopo, ha tolto anche il record del meeting con 9.75. Altro big della velocità pronto a sbarcare nella Capitale è Andre De Grasse che a Rio ha conquistato la bellezza di tre medaglie: argento nei 200 metri, bronzo nei 100 e nella staffetta 4x100. Il canadese sarà al via dei 200 insieme al bronzo olimpico Christophe Lemaitre e al giovanissimo azzurro Filippo Tortu, argento mondiale under 20 dello sprint. Curiosità anche per la baby-prodigio Candace Hill, 18 anni e prima studentessa di high school a scendere sotto gli 11 secondi nei 100 metri (10.98).

TORNANO I RUSSI, GRANDE SFIDA NELL’ALTO DONNE - Tornano al Golden Gala tre del ristretto numero di atleti russi che la IAAF ha recentemente riammesso alle competizioni. Si tratta dei campioni del mondo 2015 Sergey Shubenkov (110hs) e Mariya Kuchina (alto) e della campionessa europea 2014 Anzhelika Sidorova (asta). A 30 anni dai Mondiali di Roma 1987 proprio la pedana dell’alto femminile – quella del 2,09 record di Stefka Kostadinova – si prepara, quindi, ad un emozionante confronto a cui prenderanno parte sette “duemetriste” tra le quali la spagnola, campionessa di tutto nel 2016, Ruth Beitia, la croata Blanka Vlasic (uno dei volti più amati dal pubblico romano), la statunitense Chaunté Lowe, la lituana Airine Palsyte e l’azzurra Alessia Trost che con la Kuchina è stata protagonista di tante sfide a livello giovanile.

IL GOTHA DEL GIAVELLOTTO - Ci sono praticamente tutti. Il giavellotto maschile è senz'altro una delle gare più titolate del 2017. A Roma, infatti, occhi puntati sull'olimpionico tedesco Thomas Röhler, appena diventato il secondo uomo di tutti tempi grazie alla poderosa spallata da 93,90 lanciata a Doha. Sono chiamati ad affrontarlo l'oro olimpico 2012 Keshorn Walcott e tre campioni del mondo: Julius Yego (2015), Vítezslav Vesely (2013) e Tero Pitkamaki (2007).

unnamed-79-76

UNA SQUADRA CHE CRESCE - Tre grandi aziende hanno ufficializzato oggi il loro impegno al fianco dell'atletica italiana e del Golden Gala. Asics Italia rappresentata dall'Amministratore Delegato Luca Bacherotti, che ha rinnovato l'accordo in qualità di sponsor tecnico della FIDAL per i prossimi cinque anni. Importante nuovo ingresso nella squadra del Golden Gala con Bridgestone, l’azienda leader mondiale nella produzione di pneumatici e prodotti in gomma che, tra l'altro, darà il proprio nome al Palio dei Comuni 2017 e che in questa occasione ha visto l'intervento di Stefano Parisi, Managing Director Bridgestone Europe South Region.

Anche quest'anno, infatti, saranno migliaia i giovani pronti a scendere in pista per la maxi-staffetta 12x200 che animerà lo Stadio Olimpico nel pomeriggio dell'8 giugno, poco prima dell'inizio del meeting. FIDAL e Golden Gala quest'anno potranno contare anche su Uliveto, l'acqua per lo sport e un marchio che caratterizzerà i più importanti appuntamenti del calendario dell'atletica (a rappresentare la partnership, il Direttore Marketing e Media di Co.Ge.Di., Patrizio Gonzaga).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento