Sport

Frascati Skating, il presidente Claudio Valente: «La mia ambizione? Una struttura al coperto»

"Certamente la società ha fatto passi in avanti innegabili negli ultimi anni - dice Valente -, creando anche un movimento alla base che però va rinforzato e consolidato. In questo senso una struttura al coperto ci garantirebbe un grande salto di qualità, ma sono comunque orgoglioso dello spessore che abbiamo già raggiunto"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

La stagione del Frascati Skating sta per entrare nel vivo. Dopo la sosta pasquale si farà sul serio e ci sono alcuni appuntamenti che sono già sottolineati nell'agenda del presidente Claudio Valente e dei tecnici del team frascatano. «Il primo di questi - dice il giovane massimo dirigente - è senza dubbio il campionato regionale che organizzeremo qui a Frascati il 12 e 13 maggio prossimi. Un appuntamento di grande rilievo a cui parteciperanno i nostri atleti più forti (compresi Betti e la Trani, ndr) e dove saranno presenti un terzo degli atleti che compongono la nazionale italiana. A seguire ci concentreremo sui campionati italiani di luglio e su quelli mondiali in Nuova Zelanda a inizio ottobre». Una "postilla" il presidente la fa sull'appunamento di metà maggio, organizzato proprio dalla società tuscolana presso la pista all'aperto di Vermicino. «Il campionato regionale è sicuramente un evento di ottimo valore tecnico. Ci auguriamo che le condizioni meteorologiche ci assistano, altrimenti dovremo spostare le gare nella struttura al coperto di via Costantino a Roma». E proprio su questo argomento Valente svela un suo sogno nel cassetto. «Ho un'ambizione grande per la mia società: quella di costruire un impianto al coperto dove poter fare pattinaggio a rotelle. Indubbiamente servirà tempo e anche un grande sforzo economico, ma quello è certamente un nostro obiettivo». D'altronde il Frascati Skating è tra le prime società d'Italia nella sua disciplina e conta tra i suoi tesserati il campione del mondo Dario Betti, oltre a tecnici di grandissimo spessore come (solo per fare un nome) Gabriele Quirini. «Certamente la società ha fatto passi in avanti innegabili negli ultimi anni - dice Valente -, creando anche un movimento alla base che però va rinforzato e consolidato. In questo senso una struttura al coperto ci garantirebbe un grande salto di qualità, ma sono comunque orgoglioso dello spessore che abbiamo già raggiunto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frascati Skating, il presidente Claudio Valente: «La mia ambizione? Una struttura al coperto»

RomaToday è in caricamento