Sport

Frascati scherma, tre primi e un secondo posto alla seconda prova open di Bolzano

La seconda prova Open di qualificazione nazionale è stata ancora nel segno del Frascati Scherma

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

La seconda prova Open di qualificazione nazionale è stata ancora nel segno del Frascati Scherma.
A Bolzano, 770 atleti si sono dati battaglia nel secondo appuntamento utile per la qualificazione ai Campionati Italiani Assoluti, in programma a Bologna dal 24 al 27 maggio 2012, che ha seguito la prima prova svoltasi a Ravenna nel mese di gennaio. E la società del presidente Paolo Molinari ha piazzato un grande tris di vittorie aggiungendo a queste un secondo posto. Nel fioretto il dominio del sodalizio tuscolano è stato indiscutibile, vista la doppia vittoria tra gli uomini e le donne. La prova di Stefano Barrera è stata eccellente: con un doppio 15-12 ha superato quarti e semifinali eliminando rispettivamente Lari (Fiamme Oro) e Biondo (Carabinieri) per poi sconfiggere nell'assalto decisivo Edoardo Luperi (Fiamme Oro) per 15-13. Stesso percorso per Carolina Erba che ha finito in crescendo la sua notevole prestazione: dopo il 15-11 dei quarti sulla Pigliapoco (Fiamme Oro), l'atleta tuscolana ha piegato la Cipriani (Aeronautica Militare) per 15-9 e poi ha stravinto con la Errigo (Carabinieri) per 15-3. Il tris del Frascati Scherma era stato "avviato" nella prima giornata di gare dall'oro nella sciabola femminile conquistato da Livia Stagni che ha superato nei quarti la Di Transo (Esercito) per 15-13, in semifinale la Sinigaglia (Fiamme Gialle) per 15-11 e in finale la Mormile (Cs Roma) per 15-9. La sciabola si conferma arma in grande crescita per il Frascati con il secondo posto ottenuto da Marco Tricarico, piegato solo in finale per 15-12 dal carabiniere Miracco dopo le vittorie su Foschini (Esercito) in semifinale e sul compagno di squadra Aquili nei quarti. Da citare, infine, anche il quinto e l'ottavo posto (sempre nella sciabola) di Zsolt Nemcsik e Andrea Aquili.

Mercoledì scorso, intanto, il presidente del Consiglio Mario Monti alla presenza del presidente del Coni, Giovanni Petrucci, dei vicepresidenti Riccardo Agabio e Luca Pancalli e del segretario generale Raffaele Pagnozzi, ha consegnato i Collari d'Oro e dei Diplomi d'Onore per gli atleti e per le società che si sono particolarmente distinti negli anni 2009, 2010 e 2011. La più alta onoreficenza conferita dal Coni (può essere attribuita una sola volta) è stata data tra gli altri agli atleti del Frascati Scherma Stefano Barrera e Ilaria Salvatori per le loro vittorie nei campionati del mondo a squadre di fioretto rispettivamente nel 2009 (Barrera) e nel 2010 (Salvatori).

Infine ieri si è tenuta presso la palestra "Simoncelli", la festa per gli atleti che hanno partecipato ai Mondiali Giovani, vale a dire Camilla Mancini, Daniele Garozzo e Alessandro Riccardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frascati scherma, tre primi e un secondo posto alla seconda prova open di Bolzano

RomaToday è in caricamento