Frascati scherma: Gulotta vince la prima prova open di sciabola, la Stagni è terza

Nel primo vero appuntamento nazionale della stagione, il Frascati Scherma non tradisce le attese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Nel primo vero appuntamento nazionale della stagione, il Frascati Scherma non tradisce le attese. Le sciabolatrici Loreta Gulotta e Livia Stagni (nella foto di Augusto Bizzi al centro del podio) hanno conquistato rispettivamente il gradino più alto del podio e quello d'onore nella prima prova Open nazionale tenutasi a Como. Le due atlete del club tuscolano hanno disputato una grande gara: la Gulotta ha eliminato nei quarti Ilaria Bianco (battuta con un netto 15-6), poi in semifinale ha superato Martina Criscio al termine di un incontro combattuto (15-12 il punteggio finale), poi con le stesse modalità ha vinto anche l'assalto decisivo che la vedeva opposta alla carabiniera Gioia Marzocca. Proprio quest'ultima, in semifinale, aveva sbarrato la strada all'ottima Livia Stagni, piegata col punteggio di 15-12 e quindi terza al termine della prova. In precedenza (ai quarti) la Stagni aveva avuto ragione della Ciaraglia per 15-9. Sempre nella prova femminile di sciabola da segnalare il nono posto di Rossella Gregorio, eliminata negli ottavi di finale proprio dalla sua compagna di società Loreta Gulotta col punteggio di 15-13. Va sottolineato che le tre migliori piazzate del Frascati sono tutte allenate dal maestro tuscolano Lucio Landi. Nella sciabola maschile il migliore degli atleti tuscolani è stato Emanuele Germoni, eliminato da Riccardo Nuccio che lo ha superato per 15-9 e lo ha costretto al 25esimo posto conclusivo.
Nel fioretto femminile la migliore è stata Carolina Erba, ottava al termine della kermesse comasca. La forte atleta del Frascati Scherma ha superato prima la Vianello (15-8), poi si è sbarazzata della Benetti (15-4), ma ai quarti di finale ha trovato sulla sua strada Elisa Di Francisca (che alla fine si è aggiudicata la prova battendo in una tiratissima finale Valentina Vezzali) ed è stata costretta a fermare la sua corsa. Proprio la Vezzali, invece, è stata la "giustiziera" di Camilla Mancini negli ottavi di finale: la talentuosa atleta tuscolana ha concluso con un bel nono posto la sua prestazione. Da segnalare il 28esimo posto di Ilaria Salvatori, alla sua prima gara vera dopo l'anno di inattività dovuto alla nascita della piccola Vittoria. Tra i ragazzi il migliore è stato Damiano Rosatelli, giovane e promettente neo tesserato tuscolano proveniente da Ariccia. L'allievo di Guido De Bartolomeo ha concluso la prova all'11esimo posto, dopo essere stato eliminato agli ottavi da Biondo (13-15) e dopo aver escluso dalla gara il suo compagno di società Francesco Trani (piegato 15-8). Da segnalare anche il buon 15esimo posto di Luca Maria Papale, stoppato agli ottavi da Baldini che si è imposto per 15-5.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento