Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Frascati Scherma, Martina Conti e i campionati italiani: “Pressione c’è"

"Voglio fare il massimo”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Frascati (Rm) – Sarà una dei tanti atleti del Frascati Scherma che da oggi (e fino al prossimo 20 maggio) saranno in gara a Riccione per i campionati italiani Cadetti e Giovani. La fiorettista classe 2004 Martina Conti, allieva di Alessandra Nucci, è pronta ad affrontare la kermesse in programma in terra romagnola, lì dove solitamente si disputano le finali del campionato italiano Under 14 che la giovane atleta tuscolana ha già affrontato: “Ma sarà la mia prima volta in una kermesse nazionale di queste categorie – dice la Conti – La mia maestra e anche mia sorella maggiore Alessandra mi hanno detto di provare a stare tranquilla e di non avere paura di nulla. Sono al terzo anno Cadetti, ma mi sono qualificata anche nella categoria Giovani e perfino in quella Assoluti, dove tirerò assieme a mia sorella: un po’ di pressione c’è, ma cercherò di fare il massimo in tutte le competizioni”. La Conti fa un passo indietro e parla delle tre prove di qualificazione, tenutesi tutte a Cassino: “Ero fiduciosa di ottenere il pass nella mia categoria, poi sono arrivate anche le altre due qualificazioni e ovviamente ne sono stata felice, anche se i numeri “più larghi” rispetto al solito mi hanno agevolato. Il ritorno in pedana dopo oltre un anno di inattività da gare vere è stato strano, soprattutto per via delle tante disposizioni del protocollo anti-Covid. Poi, però, alla fine l’importante è stato tornare alla competizione agonistica. Il periodo della pandemia è stato pesante sia dal punto di vista sportivo, ma anche scolastico e di vita sociale: mi sono mancate tante cose da condividere con le amiche, ma speriamo di tornare presto alla normalità”. La fiorettista, che frequenta il terzo anno di biotecnologia all’istituto frascatano “Enrico Fermi”, parla della gestione studio-sport: “Fino a prima della pandemia ero riuscita a conciliare i due impegni, recentemente è diventato più difficile perché a scuola sono cambiati alcuni orari e qualche volta ho dovuto saltare gli allenamenti. Ma sto cercando di tenere duro”. La Conti passa poi a parlare del rapporto con le due Alessandra (la sorella maggiore e la maestra Nucci) che frequenta da vicino. “Con mia sorella ci passiamo sette anni e anche se abbiamo ovviamente interessi diversi, il nostro è un rapporto forte. Con la Nucci c’è un bel feeling: scherziamo, parliamo di tutto e ovviamente c’è il momento in cui si arrabbia anche per “scuotermi” in determinati momenti. Faccio scherma da dieci anni e praticamente mi ha sempre seguito lei, quindi m’ha visto crescere. Il merito del mio amore per questo sport è sicuramente di mia sorella, ma a entrambe l’ha trasmesso mamma Donella, anche lei schermitrice”. La chiusura della Conti riguarda i sogni futuri: “Il mio primo obiettivo sarebbe quello di entrare nel gruppo degli azzurrini anche se non è semplice. Ho fatto una gara internazionale a gennaio 2020 nel circuito europeo Cadetti ed è stata una bellissima esperienza: il clima è molto diverso dalle gare nazionali, anche per il diverso metro arbitrale. Proverò a collezionare altre gare di quel tipo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frascati Scherma, Martina Conti e i campionati italiani: “Pressione c’è"

RomaToday è in caricamento