Frascati Scherma, ancora medaglie

De Costanzo e Palumbo oro a squadre alle Universiadi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Frascati (Rm) – Le soddisfazioni internazionali per il Frascati Scherma non conoscono sosta nemmeno durante il periodo estivo. Dopo lo straordinario bottino di nove medaglie ai mondiali Assoluti, i ragazzi del club tuscolano sono stati protagonisti anche alle Universiadi che si sono disputate a Taipei. L’alloro più importante lo hanno conquistato Francesca Palumbo e Valentina De Costanzo che hanno strappato uno splendido oro nella gara a squadre di fioretto assieme a Beatrice Monaco e Olga Rachele Calissi. Le azzurre hanno fatto un percorso praticamente perfetto e da dominatrici estromettendo prima Macao, poi la Francia (nel match più combattuto del cammino), l’Ungheria e infine la Russia che in finale si è dovuta inchinare col netto punteggio di 45-25. Meno brillante la prestazione delle due fiorettiste del Frascati Scherma nella gara individuale: per entrambe sono stati fatali i sedicesimi di finale con la De Costanzo (sconfitta dalla romena Boldor) che ha chiuso 24esima e con la Palumbo (estromessa dalla giapponese Miyawaki) che ha terminato al 26esimo posto. Non sono riusciti ad imitare le “colleghe d’arma”, ma hanno comunque conquistato un ottimo bronzo Guillaume Bianchi e Francesco Trani. Assieme ad Alessandro Paroli e a Edoardo Luperi, i due azzurri del Frascati Scherma hanno affrontato e vinto contro Singapore e poi con la Francia prima di arrendersi in semifinale al Giappone e poi “rifarsi” nella finalina di consolazione contro l’Ucraina. Nell’individuale Trani non è stato fortunato vista la sconfitta all’ultima stoccata negli ottavi di finale (che gli hanno consegnato il nono posto conclusivo) per mano dell’ucraino Yunes, mentre si è chiusa ai sedicesimi l’avventura di Bianchi (battuto dal giapponese Noguchi). Terzo gradino del podio nella prova a squadre anche per Francesco D’Armiento che con l’Italia della sciabola ha superato Cina e Ungheria, poi è stato fermato in semifinale dalla Corea del Sud. Contro la Russia, infine, D’Armiento e compagni hanno conquistato il bronzo. L’atleta pugliese del Frascati Scherma si è fermato ben presto nella prova individuale, sconfitto ai 32esimi dal polacco Grzegorek.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento