Football Club Frascati, festa per Carosi

"Che bello trasmettere la mia passione ai giovani portieri”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Frascati (Rm) – E’ sempre festa in casa Football Club Frascati. Ieri il preparatore dei portieri Francesco Carosi, una delle colonne dell’organigramma tecnico del club tuscolano sin dall’avvento del gruppo di lavoro del co-presidente Claudio Laureti, ha compiuto 66 anni. “Ringrazio tutti coloro che mi hanno mandato un pensiero. Questo è un ambiente davvero familiare dove, però, al tempo stesso si lavora con professionalità e cura dei dettagli. La società è cresciuta in modo esponenziale negli ultimi anni grazie al lavoro di tutti i dirigenti e dello staff tecnico, ma la voglia di migliorare è assolutamente immutata”. Non a caso il Football Club Frascati ha annunciato da qualche giorno l’accordo con un neo direttore generale (il cui nome è ancora “top secret”) proveniente addirittura da una società di serie A. Intanto il presente e il futuro prossimo dei giovani portieri frascatani è ancora affidato alla saggia guida di Carosi: “Alleno direttamente i numeri uno in età Giovanissimi ed Allievi, tutti i lunedì e i mercoledì all’Otto Settembre di Frascati, mentre i ragazzini della Scuola calcio li segue Mamhoud Ramadan Elkoumi (per tutti semplicemente “Mimmo”, ndr) con cui c’è un continuo scambio di vedute. In questo periodo caratterizzato dall’assenza dei campionati, ci siamo focalizzati più sulle carenze dei nostri singoli ragazzi, lavorando sulla posizione e su quegli aspetti che coi campionati in corso vengono meno curati. Le partite mancano molto a questi ragazzi che non possono avere il riscontro del campo e ricevere la dovuta soddisfazione del lavoro svolto nel corso della settimana, ma questo tipo di lavoro se lo ritroveranno comunque più avanti. Mi piace sottolineare che, nonostante le difficoltò, la presenza dei ragazzi agli allenamenti è stata costante”. Carosi si sta appassionando sempre di più ad un ruolo che ha iniziato a ricoprire da poco più di dieci anni: “Ho cominciato prestissimo a giocare e mi piaceva fare il centravanti, ma poi serviva sempre un portiere e lì rendevo oggettivamente di più, quindi mi sono “stabilizzato” fra i pali. La mia carriera da preparatore è iniziata casualmente col calcio a 5, in una squadra di serie D di amici al Green House di Santa Maria delle Mole. Successivamente Claudio Peroni mi volle al Città di Ciampino per la Scuola calcio e qualche anno fa l’attuale direttore generale Gianfranco Di Carlo mi ha coinvolto nel progetto del Football Club Frascati. Devo dire che trasmettere la mia passione ai ragazzi giovani riesce a regalare soddisfazioni straordinarie, questo è ciò che più mi piace del mio ruolo di preparatore”.

Torna su
RomaToday è in caricamento