rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Sport

La mossa di Lotito: restaurare il Flamino per il nuovo stadio della Lazio

Prima di trovare l'ok definitivo con il Comune di Roma, bisognerà riscontrare pare positivo anche da parte degli eredi di Antonio Nervi

Lo stadio Flamino potrà (ri)diventare la nuova casa della Lazio. Secondo indiscrezioni lanciate dal 'Corriere della Sera', Claudio Lotito starebbe trattando con il Comune di Roma per il restauro del vecchio impianto. Le prime risposte sembrano essere state positive. La ristrutturazione del Flaminio può essere una soluzione buona per tutti e i costi si aggirerebbero tra i 15 e i 30 milioni. Prima di trovare l'ok definitivo con il Comune di Roma, bisognerà parlare con gli eredi di Antonio Nervi, colui che progettò nel 1959 lo storico impianto di via Tiziano, ma anche di Renzo Piano, colui che ha disegnato l’Auditorium e che mantiene un ruolo di supervisore sullo 'skyline' dell’intera area. Lotito ci pensa: è questa la mossa per il nuovo stadio e riappacificarsi con i tifosi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mossa di Lotito: restaurare il Flamino per il nuovo stadio della Lazio

RomaToday è in caricamento