Sport

Internazionali d'Italia 2021, finale con il pubblico a Roma. Costa: "Sarà test per gli Europei"

La FIT ha presentato un protocollo per consentire l'accesso di 4000 persone. Il Cts in queste ore sta studiando il protocollo

FOTO EPA/SEBASTIEN NOGIER

C'è attesa per gli Internazionali BNL d'Italia 202, al via a Roma dal 9 maggio, con quest'anno anche tanti tennisti italiani protagonisti. Il vero nodo da sciogliere rimane però quello della presenza del pubblico sui campi del Foro Italico.

Se il decreto governativo ha fissato il primo giugno come data per riaprire fino al 25 per cento (e comunque entro un massimo di mille spettatori), è anche la previsione di possibili deroghe per eventi "di particolare rilevanza". Il presidente della Fit Angelo Binaghi ha stilato un protocollo di sicurezza per far accedere, da domenica 9 maggio o da lunedì 10, quattromila persone nell'area. Più possibile, invece, che il pubblico sia presente solo per la finale. 

Almeno stando alle parole del Sottosegretario di Stato alla Salute ed esponente di Noi con l'Italia, Andrea Costa: "La finale di Coppa Italia, Atalanta-Juventus, prevista per il 19 maggio al Mapei Stadium di Sassuolo, sarà aperta al pubblico. Dopo essermi confrontato con il Ministro Roberto Speranza, confermo la disponibilità del Governo ad aprire lo stadio ai tifosi al 20% della capienza. Il Cts in queste ore sta studiando il protocollo per permettere agli spettatori di raggiungere e seguire la partita in sicurezza nel pieno rispetto della normativa anti-Covid. Dopo aver dato il via libera agli Europei con una presenza di tifosi pari al 25%, ho sostenuto sin da subito la possibilità di poter consentire l'accesso al pubblico con percentuali inferiori anche ad altri eventi sportivi, come la finale di Coppa Italia e la finale degli Internazionali di Tennis del 16 maggio a Roma. Saranno test importanti in vista delle partite dell'Europeo che si terranno a Roma. Un segnale fondamentale per il mondo dello sport tutto, che ancora una volta fa da apripista nell'indicare le date per un ritorno graduale alla vita normale", aggiunge Costa.

Nel frattempo sale l'attesa per accogliere i campioni. Novak Djokovic e Rafa Nadal, vincitori delle ultime due edizioni, ma anche Daniil Medvedev, numero 2 del mondo, il greco Stefanos Tsitsipas, il tedesco Alexander Zverev (campione dell'edizione 2017 e finalista l'anno successivo a Roma), l'altro russo Andrey Rublev, l'argentino Diego Schwartzman, finalista dell'edizione scorsa andata in scena in settembre, ed i 'padroni di casa' Matteo BerrettiniJannik Sinner, ci saranno. 

Così come sono attese tutte le più forti tenniste del mondo come Ashleigh Barty, regina della classifica e vincitrice del Roland Garros 2019, a giapponese Naomi Osaka, numero 2 del ranking, che in febbraio a Melbourne ha alzato al cielo il suo quarto trofeo Slam, ma anche la rumena Simona Halep, Sofia Kenin, numero 4 Wta e campionessa degli Australian Open 2020, l'ucraina Elina Svitolina, numero 5 Wta, a segno nelle edizioni 2017 e 2018, la canadese Bianca Andreescu, numero 6 Wta, tornata recentemente protagonista con la finale nel torneo '1000'di Miami e Serena Williams, già quattro volte regina di Roma (2002, 2013, 2014 e 2016).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Internazionali d'Italia 2021, finale con il pubblico a Roma. Costa: "Sarà test per gli Europei"

RomaToday è in caricamento