Sport Laurentina

Pallamano, Figh Futura Roma perfetta: Tunisia battuta due volte

Due su due a Tunisi. È questo il bilancio della Esercito-FIGH Futura: due vittorie su due gare giocate, in altrettanti giorni

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Due su due a Tunisi. È questo il bilancio della Esercito-FIGH Futura: due vittorie su due gare giocate, in altrettanti giorni, contro la nazionale della Tunisia. In trasferta e, questa sera in modo particolare, al termine di una gara difficilissima. Si giungeva al fischio iniziale dopo il 31-28 di ieri. Traduzione: la Tunisia voleva vincere ad ogni costo. E riesce anche a condurre per gran parte dell'incontro. Poi fa i conti col cuore e con la determinazione, con lo spirito ritrovato di Futura. Con lo spirito di una squadra che sa incassare, ma che mai si arrende. E che, anzi, nel finale - nonostante due cartellini rossi a Cappellaro e Gheorghe -, pareggia e piazza il sorpasso. Fa il 27-26 allo scadere. Quando vincere è ancora più bello.

La cronaca del match racconta di difficoltà già dopo 8', quando la coppia arbitrale squalifica Angela Cappellaro. È una decisione che pesa sull'andamento della gara. Dal +3 la Tunisia vola fino al 9-3. "Il rosso ha abbattuto mentalmente le ragazze, anche se eravamo preparati a questo e sapevamo che loro, dopo ieri, volevano assolutamente vincere", dice l'allenatore Marco Trepidi. Troppi errori. Il primo tempo si chiude sul 16-13 in favore delle padroni di casa.

Nella ripresa difende con più aggressività la Tunisia. Futura ritrova la calma, trova buone soluzioni coi tagli di Raccuglia e Bassanese. Al 36', con un parziale di 4-2, torna a una rete dalle avversarie. Passaggio a vuoto dei portieri, al 14' le tunisine tornano a condurre sul 16-21. "A quel punto abbiamo cambiato difesa, provando Dalla Costa al centro e Fanton come secondo. Ilaria e Anika (Dalla Costa e Niederwieser ndr) hanno lavorato benissimo sui muri". La rimonta è quasi completa. Altro intoppo: rosso per Gheorghe e 2' per Fanton. Tunisia avanti di tre reti, ma la difesa italiana regge. L'attacco realizza: Di Lisciandro-Niederwieser, gol.

Al 58' il pareggio. Segna di nuovo Di Lisciandro, dall'altra parte realizzazione tunisina. Timeout italiano a 20'' dalla fine. Taglio contemporaneo delle due ali, Fanton si allarga e riceve: 27-26. Con un cuore grande così.

"Abbiamo strameritato di vincere. Con due rossi, uno dopo 8' per una delle nostre migliori giocatrici, reagendo a una situazione ambientale difficilissima, con rabbia, orgoglio e grande forza", dichiara l'allenatore a fine gara. "Sicuramente ci sono stati errori delle nuove arrivate che dobbiamo evitare, ma posso dire che il cuore di Futura è tornato a essere quello delle origini: questa è stata la classica partita di Futura. Vincere così è una grande soddisfazione, ma ciò che conta è lo spirito delle ragazze. Le nuove hanno dato entusiasmo, le vecchie hanno uno spirito indomabile. Qui c'è gente che in campo non cede un millimetro. Che sotto tutta la partita, con due rossi, rimane lì con la testa, gioca con lucidità. Adesso andiamo avanti, sappiamo che la strada è molto lunga e molto difficile. Ma questa è di nuovo una squadra che sa dove vuole arrivare e che per farlo, ci prova in ogni modo".

Tunisia - Esercito-FIGH Futura Roma 26-27 (p.t. 16-13) Esercito-FIGH Futura Roma: Niederwieser 5, Cappellaro, Dalla Costa 1, Fanton 4, Bassanese 2, Di Lisciandro 2, Zanotto, Gheorghe 10 (3/3), Del Balzo, Trombetta, Serafini 1, Mazzarella, Raccuglia 2, Luchin All: Marco Trespidi
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano, Figh Futura Roma perfetta: Tunisia battuta due volte

RomaToday è in caricamento