Federleague Rugby: si avvicina l’esordio stagionale della Nazionale

Sale l'attesa per il primo incontro ufficiale del 2014 della nazionale azzurra di rugby a XIII

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Sale l'attesa per il primo incontro ufficiale del 2014 della nazionale azzurra di rugby a XIII che volerà, il prossimo 21 marzo, in quel di Watamu (in Kenya) per sfidare la rappresentativa del Paese africano. Una Nazione, il Kenya, che col rugby ha preso negli anni sempre più confidenza, arrivando ad annoverare oggi, tra i tesserati della sua Federazione, ben 30 mila atleti (contro i 77mila del movimento rugbistico italiano). Un rugby che si esprime ad alti livelli soprattutto nella variante a VII e che prova a mettere la testa nel rugby dei grandi (quello a XV) grazie alla prossima partecipazione di una selezione nazionale nella Vodacom Cup del 2014, ma che non vuol lasciare nulla al caso nemmeno nel Rugby League. E quale occasione migliore, allora, se non confrontarsi con la selezione della Federleague azzurra, impegnata tra l'altro in importanti attività sociali proprio nel Paese africano? L'incontro si disputerà proprio a Watamu, dove l'Ente federale presieduto da Massitti ha allestito il progetto "Kenya Charity Camp Firfl": la Federeleague, infatti, ha inviato in Kenya negli ultimi mesi alcuni suoi allenatori federali, in particolar modo negli orfanotrofi di Watamu e Malindi. Lo scopo dei tecnici della Federleague non è semplicemente quello di insegnare e infondere i valori del rugby league ai bambini africani, ma anche quello di aiutare un paese che, al di là della realtà degli orfanotrofi, è decisamente in credito con la fortuna. Ed anche il match del 21 marzo si colloca in questa direzione, con gli atleti azzurri che, durante il periodo di permanenza in Kenya, si renderanno disponibili, ognuno con le competenze in grado di mettere a disposizione, in opere di volontariato come ad esempio la manutenzione delle strutture di ricovero dei bambini. Insomma il rugby (league, per la precisione) in primo piano, ma con più di un occhio rivolto alla missione sociale di cui la Nazionale italiana si fa ambasciatrice.
Ma il mese di marzo della Federleague sarà ricchissimo di eventi: il primo "passo" ufficiale della stagione 2014 si celebrerà nel week-end del 15 e 16 marzo ad Avezzano, dove si terranno le finali di Coppa Italia.

Torna su
RomaToday è in caricamento