Capitano e gol, Mauri dopo il calcioscommesse si riprende la Lazio

Il capitano in campo dal 1' 10 mesi dopo l'ultima da titolare e un anno dopo torna anche il gol

Il ritorno tra i titolari dopo dieci mesi. La fascia di capitano. Il gol. Tutto perfetto. Se non fosse stato per il Catania. I rossazzurri rovinano la domenica ideale di Stefano Mauri. Il 3-1 con il quale gli etnei liquidano la Lazio macchia una giornata per altri versi da ricordare per il centrocampista biancoceleste. Il primo assist per Mauri era arrivato alla vigilia da Edy Reja. 

"In settimana l'ho visto benissimo", aveva detto ieri il tecnico, che lo ha poi puntualmente proposto nell'undici iniziale gratificandolo con la fascia di capitano. Una novità assoluta in questa stagione per la Lazio e per lo stesso Mauri, reduce da sei mesi di squalifica per la vicenda calcioscommesse e appena alla seconda presenza in questo campionato dopo l'esordio da subentrante nel derby con la Roma. 

Da dieci mesi il centrocampista laziale non andava in campo dal primo minuto. Da oltre un anno, invece, Mauri non realizzava in gol (era il 3 febbraio 2013, a Marassi contro il Genoa). Un lungo digiuno interrotto nel recupero del primo tempo della sfida del Massimino: colpo di testa su cross di Konko e provvisorio pareggio per replicare al vantaggio di Izco. Comprensibile l'esultanza sotto il settore riservato ai pochi tifosi ospiti al seguito in uno stadio che aveva visto il capitano biancoceleste già a segno nell'aprile 2011, quando i laziali si erano imposto per 4-1. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stavolta, però, va diversamente. Il Catania reagisce e vince, Mauri, che come comprensibile non regge ancora i novanta minuti, accusa la fatica e viene sostituito. "Sono felice per il ritorno in campo dal primo minuto e per il gol - racconta Mauri a fine partita - ma c'è tanto rammarico per l'esito dell'incontro. Nel primo tempo abbiamo avuto un buon possesso di palla ma a ritmi lenti e così abbiamo agevolato il Catania. Nella ripresa, poi, siamo calati di tono. È un peccato, volevamo continuare a scalare la classifica. Ora, però, non dobbiamo deprimerci. Come sto? Fisicamente abbastanza bene, anche se è chiaro che dopo una sosta così lunga mi serve un pò di tempo per riprendere il ritmo partita. Ho bisogno di giocare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento