Fair play finanziario: la Roma nel mirino dell'Uefa. Il club risponde

Anche l'Inter è sotto la lente di ingrandimento. Indagine su sette società, chiamate a fornire chiarimenti

L'Inter e la Roma sono nel mirino dell'Uefa, insieme con altri 5 club (Liverpool, Monaco, Besiktas, Sporting Lisbona e Krasnodar) per possibile violazioni del fair play finanziario.

Lo ha reso noto la federazione europea, annunciando che le società dovranno fornire informazioni supplementari nei termini fissati dall'Organo di controllo finanziario dei club (Cfcb). Verranno quindi fornite nuove comunicazioni e potrebbero essere adottate misure cautelari,

La camera investigativa del Cfcb, inoltre, ha bloccato il pagamento dei premi a cinque società che partecipano alle competizioni Uefa 2014/15 come misura cautelare in attesa di approfondimenti di indagine.

I club in questione, (Bursaspor, CFR 1907 Cluj, FC Astra Giurgiu, Buducnost Podgorica e Fk Ekranas) risultano avere al 30 giugno scorso debiti nei confronti di altri club, dipendenti e autorità fiscali. Nel complesso, fa sapere l'Uefa, compresi i club già citati e le nove squadre che hanno firmato accordi transattivi per la scorsa stagione, sono 115 i club rimarranno sotto controllo e che sono stati invitati a fornire al Cfcb ulteriori informazioni, come i dati finanziari per l'esercizio chiuso nel 2014 e la situazione debitoria al 30 settembre 2014. 

"Siamo felici di aprire un dialogo costruttivo con l'Uefa su questo tema: siamo certi che verranno riconosciuti i risultati ottenuti finora e che la nostra politica societaria possa essere considerata un modello per futuri investimenti nel calcio europeo". Risponde così la As Roma in una nota in cui commenta l'apertura da parte dell'organismo del calcio europeo un'indagine a caricodel club.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

James Pallotta "sostiene gli sforzi fatti fin qui dalla UEFA a favore del Financial Fair Play, al fine di garantire una stabilità finanziaria nel settore calcio: tutto questo è in perfetta sintonia con le nostre strategie societarie. Soltanto tre anni fa - si legge in una nota - l'attuale proprietà ha rilevato un Club in evidente difficoltà economica e ha messo in chiaro sin da subito che la Società sarebbe stata gestita come un'azienda finalizzata a massimizzare i successi economici di pari passo con le prestazioni sportive. Siamo davvero orgogliosi - conclude - dei traguardi economici e agonistici raggiunti nel breve termine e siamo ancora più ottimisti guardando al futuro che ci aspetta". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento