Lunedì, 2 Agosto 2021
Sport

Nuova sconfitta per la Lottomatica: playoff più lontani

Ora la qualificazione playoff rischia tristemente di svanire all'orizzonte. Mancano due gare alla fine della stagione. Contro Bologna serve la vittoria

La Lottomatica incamera una nuova sconfitta in trasferta, ed ora la qualificazione playoff rischia tristemente di svanire all'orizzonte. Mancano due gare per far scorrere i titoli di coda sulla stagione regolare ed ora l'urbe non può più sbagliare; la matematica obbliga ad una vittoria casalinga con Bologna (possibilmente con scarto in doppia cifra) ed una straordinaria impresa in trasferta sul campo della Montepaschi. Una nuova sconfitta potrebbe far calare il sipario definitivamente. Montegranaro riesce a conquistare il bottino pieno con il minimo sforzo, gestendo bene i minuti finali e valorizzando al meglio gli ultimi acquisti; coach Drucker e PJ Tucker.
Coach Filipovski prosegue la sua linea “balcanica”, drenando minuziosamente il minutaggio dei giocatori italiani della Virtus, una condotta comprensibile vista l'annata, ma che non sta portando i risultati sperati, almeno in trasferta. Il carattere e la personalità restano gli ingredienti assenti di questa travagliata stagione dei capitolini.

In avvio di gara i padroni di casa sono molto tonici e operano subito il primo allungo sul 14-8. L'urbe fatica a sbloccarsi e a dare la carica ci pensano i soliti noti:  Datome e  Dasic. La truppa  di Filipovski sale di giri con calma ma anche con una certa regolarità e chiude praticamente a contatto la prima frazione di gioco (19-17). Quando un spiritato Smith sale in cattedra e sciorina il meglio del suo repertorio offensivo, i capitolini salgono di livello e con l'inerzia generata dal giocatore più esperto allungano di slancio sul 21-25. La Sutor è in evidente difficoltà, sopratutto in difesa e solo la verve di Ivanov limita i danni, il primo tempo va in archivio sul 36-40. Roma sembra aver finalmente imparato la lezione dopo le ultime sciagurate trasferte.
Alla ripresa delle ostilità, Montegranaro esce dagli spogliatoi con una determinazione leonina e una cattiveria agonistica che gli avversari non sono in grado di fronteggiare.  Fiocca rapidamente un parziale di  8-0 (griffato Ivanov) che cambia completamente il corso della partita. A metterci una pezza e tenere a galla la Lottomatica c'è ancora Smith, capace quasi da solo di garantire il sorpasso (55-59) dopo un apprezzabile show balistico. Gli ospiti sono in difficoltà e nonostante tutto non danno l'impressione di poter mantenere il vantaggio. Le sensazioni negative si trasformano in certezze poco dopo; quando il leader dei romani finisce la benzina, arriva puntuale la notte fonda. Gli ultimi 5 minuti sono una tragedia greca per l'urbe, completamente annichilita dalla Sutor. Cavaliero e Cinciarini aprono le danze per un nuovo parziale, e stavolta la Virtus non ha la forza  e le risorse per riuscire a controbattere. Nel momento di maggiore difficoltà arriva persino  la sciocchezza di Washington che si  fa espellere per proteste dopo un decisione arbitrale. Montegranaro  ringrazia e conduce l'inerzia con un vantaggio rassicurante (74-63), che lancia i titoli di coda alla partita. I locali conquistano fondamentali punti salvezza, Roma colleziona l'ennesima occasione sprecata della sua miserabile stagione.
Il mortifero parziale (16-3) realizzato dalla Sutor negli ultimi minuti è un dato che ha bisogno di poche spiegazioni, incomprensibile è ancora una volta è la scarsa attitudine dei romani trasferta. Impresentabili in cabina di regia Gordic (irriconoscibile) e Washington, completamente perso Traorè dopo la scintillante prova di Sassari. Urgono correttivi, e più semplicemente c'è bisogno di carattere.
 A rischio c'è la licenza di Eurolega e forse l'attuale gestione societaria.


FABI SHOES MONTEGRANARO-LOTTOMATICA ROMA 75-66  (19-17, 36-40, 55-59)

Montegranaro: Ford 16, Nasini ne, Fenati ne, Cavaliero 7, Williams 9, Maestranzi, Mazzola ne, Ray 9, Cinciarini 5, Tucker 10, Ivanov 19. All.: Drucker
Roma: Giachetti ne, Gigli 2, Smith 21, Washington 4, Vitali ne, Crosariol ne, Traorè 6, Datome 8, Dedovic 10, Corrano ne, Gordic 7, Dasic 8. All.: Filipovski

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova sconfitta per la Lottomatica: playoff più lontani

RomaToday è in caricamento