Sport

Colpo Le Molette alla Coppa Caduti di Brema. E' tra le prime 15 squadre del Lazio

È più che positivo il bilancio per il Tennis Club Le Molette alla Coppa Caduti di Brema

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma, 1 gennaio 2015 - Decimo posto nella classifica maschile. Quattordicesimo al femminile. È più che positivo il bilancio per il Tennis Club Le Molette alla Coppa Caduti di Brema, il tradizionale appuntamento pre natalizio in memoria della nazionale dì nuoto azzurra scomparsa il 28 gennaio 1966 a seguito di una sciagura all'aeroporto della città tedesca. Il Tc Le Molette gareggia nel concentramento B, che raggruppa i club tra la nona e la sedicesima posizione nel Lazio, e deve vedersela a livello regionale con colossi del nuoto nazionale come Larus, Aniene, Forum. La differenza è evidente, come sottolinea lo staff: "La nostra squadra trae le sue forze da un singolo impianto ed inoltre, a causa dei forti vincoli paesaggistici ai quali è soggetta l'area in cui sorge il Circolo, non abbiamo potuto sviluppare una palestra adeguata alle nostre aspettative". Eppure, il Club è riuscito a presentare una squadra completa, benché molto giovane. Infatti il più grande ha 19 anni, la più piccola 13 e comporre una squadra non è semplicissimo, perché bisogna coprire praticamente l'intero programma olimpico, sia al maschile che al femminile.

Spicca, in termini di prestazioni individuali, il "23.67" nei 50 stile libero di Emanuele Capoccia, a soli due centesimi dal tempo di qualificazione per i campionati giovanili di marzo. La punta di diamante della squadra, che ha alle spalle sette partecipazioni consecutive alla kermesse tricolore, si conferma tra i migliori velocisti romani con il "51.6" nei 100 stile, il suo nuovo primato personale. Capoccia può così puntare a emulare Federico Taraschi, che ha ottenuto un secondo posto ai campionati invernali e un terzo in quelli estivi difendendo i colori del Tc Le Molette. Abbassa di oltre 7 decimi la sua miglior prestazione anche Gabriele Salerno, che ha appena compiuto 16 anni, capace di nuotare in "1.01.4" nella prima frazione della staffetta. Particolarmente promettente, soprattutto in prospettiva, l'"1.18.3" nei 100 rana di Chiara Pierandrei, giovanissima atleta classe 2001. Con questi risultati, il Tc Le Molette si garantisce la certezza di mantenere un posto nel concentramento B al maschile. Per le donne, invece, bisognerà aspettare i risultati del raggruppamento C. A ogni atleta viene attribuito un punteggio proporzionale al tempo ottenuto, secondo specifiche tabelle per ciascuna tipologia di gara, che contribuisce al risultato di squadra. È comunque il segnale della crescita continua del gruppo, che lascia molto ottimisti allenatori e atleti in vista dell'anno prossimo. A gennaio ci saranno le prime gare e l'obiettivo è un piazzamento per le finali regionali di marzo. Per poi puntare alla qualificazione di diversi atleti per i campionati italiani giovanili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo Le Molette alla Coppa Caduti di Brema. E' tra le prime 15 squadre del Lazio

RomaToday è in caricamento