Sport

Roma, il figlio di Totti come Di Canio: non segna per soccorrere il portiere a terra

È accaduto durante un torneo a Madrid. Il figlio dell'ex capitano della Roma ha sfoderato un inglese perfetto

Cristian Totti campione di fair play. Il figlio dell'ex capitano della Roma si è reso protagonista di un episodio che sta facendo il giro del web. Durante un torneo di calcio internazionale per ragazzi Under 14, a Madrid, il giovane Totti che era lì con la Roma ha rinunciato a segnare un gol, dopo essersi scontrato con il portiere avversario che è rimasto a terra.

Sarebbe stato un gol facile ma Cristian, 12 anni, si è fermato e ha permesso all'altro giocatore di essere soccorso. Una tv locale ha voluto fargli raccontare il fatto. Totti jr, con un perfetto inglese da far invidia al più famoso padre, ha spiegato: "Mi interessava soltanto che stesse bene. Non mi importava di segnare. Il portiere mi ha detto che era contento che mi fossi preoccupato di lui. L'allenatore mi ha detto che avevo fatto bene". 

Cristian Totti, che frequenta da anni una scuola internazionale di Roma, a novembre compirà 13 anni. Il suo gesto, a molti, ha portato alla memoria l'episodio con protagonista Paolo Di Canio. Era il 18 dicembre 2000 e a 'Goodison Park' si giocava Everton-West Ham.

Al 90', con il punteggio fisso sull'1-1, Paul Gerrard, portiere dei padroni di casa, subisce un duro colpo nel contrasto e rimane a terra. L'azione continua. La palla arriva a Di Canio che, a porta sguarnita, blocca la palla con le mani e chiede a tutti di fermarsi per soccorrere il portiere infortunato. Totti jr come Di Canio. Nel nome del fair play i tifosi di Roma e Lazio non possono storcere il naso.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, il figlio di Totti come Di Canio: non segna per soccorrere il portiere a terra

RomaToday è in caricamento