Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Coppa Lazio: Futsal Isola alle final four

Gli Orange volano alle final four e scacciano i fantasmi della vigilia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Coppa Lazio, c’è anche la Futsal Isola. Obiettivo raggiunto. Gli Orange volano alle final four e scacciano i fantasmi della vigilia, passando su uno dei campi più ostici di tutta la C1. Nel vascone di Ferentino che la banda Lattanzi ha sempre sofferto, l’Isola perde di misura e porta a casa una qualificazione tosta ma mai davvero in discussione. 

LA PARTITA Fuori il “cervello” Robinson e Arribas, la banda Lattanzi s’affida a De Filippis, Imperato, Verrone, Guerra e Colaceci. Nei primissimi minuti succede poco o nulla. Il Ferentino pressa, va vicino al gol su schema d’angolo ma è l’Isola alla prima vera azione a passare. Bel dialogo Guerra-Colaceci che come già venerdì scorso confeziona l’ennesimo assist a Verrone che insacca. Orange avanti uno a zero. I gigliati ci mettono un po’ a riprendersi, l’Isola gioca a non scoprirsi, così prima che si veda un’azione degna di nota passano sei minuti buoni. Al nono Imperato sfiora il gol del secolo con una palombella da area ad area: portiere sorpreso e palla fuori di un niente. Poi al decimo palo dei padroni di casa, che da lì si svegliano e si riversano nell’area ospite. L’Isola, cinica e spietata dei primi dieci minuti si disunisce e becca due gol, il primo al dodicesimo, il secondo al trentesimo.

Nei secondi trenta gli Orange provano a reagire e vanno un paio di volte vicini due a due  con Montenero: l’undici prima colpisce un palo e poi non riesce a superare l’estremo di casa. Il Ferentino ci prova ma come nel primo tempo sono gli Orange a passare. Verrone, ruba ancora le vesti di bomber a Colaceci, riceve al centro, si gira e segna: due a due, altra giornata in copertina per il carioca. Da lì in poi si gioca niente. Il Ferentino passa al trentaduesimo su tiro libero e poco dopo si inchina al miracolo di De Filippis che nega il 4-2. Il resto è festa Orange. Primo posto in classifica e final fuor di coppa in bacheca, un inizio di stagione fantastico.

I COMMENTI Gioia incontenibile per il presidentissimo Mazzucca: “Ci tenevamo davvero tanto ad andare alle final fuor, era il nostro primo obiettivo stagionale. Non è stato facile però. La gara è stata dura, vibrante, giocata alla grande da tutte e due le formazioni. E questo ci dà ancora più emozioni. Voglio ringraziare tutti i ragazzi, c’hanno messo l’anima e affrontato la gara con il piglio della grande, avanti così”. Occhio al campionato però: sabato si gioca e il match è delicatissimo. “La Junior Lazio è un’ottima formazione, noi dovremo essere concentratissimi” dice il presidente arancioverde. Da lì in poi un tour de force e due scontri diretti: Queen’s e Artena: “Dobbiamo giocare partita per partita, senza pensare troppo al futuro, e poi di mezzo c’è l’Arci Tivoli, mica facile. Ogni match è una storia a sé. Queen’s e Artena sono corazzate, ma ne parleremo a tempo debito, oggi quella che mi preoccupa di più è la Junior Lazio”.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Lazio: Futsal Isola alle final four

RomaToday è in caricamento