Sport

Tifosi della Roma contro Unicredit: contestazione sotto la sede della banca

In 500 sotto la sede di viale Tupini per chiedere che la banca non ostacoli il passaggio alla cordata Fioranelli. Cori anche contro Rosella Sensi. Ieri il legale della cordata Fioranelli: “La Roma non vogliono che vada a persone oneste”

I tifosi della Roma contro Unicredit. E' andato in scena oggi pomeriggio in viale Tupini, all'Eur, sotto la sede della banca, la contestazione di circa 500 supporters giallorossi che hanno individuato proprio in Unicredit la causa della non ancora avvenuta cessione della società a Vinicio Fioranelli.

Ad alimentare la contestazione, montata con un tam tam sulle radio e sui siti in mattinata, le dichiarazioni di ieri dell'avvocato dei gruppo Fioranelli, Nicola Irti secondo il quale  “la Roma non vogliono che vada a persone oneste”. Secondo Irti, legale del Fio Sports Group “si è data dimostrazione dei fondi per acquistare la Roma dalla famiglia Sensi. Il Fio Sports Group insieme con Vinicio Fioranelli rappresentano la cordata guidata dallo stesso Fioranelli, considerata una società seria, serissima, operante nel mondo del calcio come primaria società mondiale. Punto e basta”.

Oltre che contro Unicredit la contestazione ha toccato anche Rosella Sensi. La situazione sembrava potesse degenerare quando sono stati prima accesi dei fumonegi e poi esplosi tre petardi. Tutto è poi tornato nell'alveo della normalità, forse anche per la presenza di numerose forze dell'ordine.

Unicredit vanta un credito di circa 300 milioni di euro nei confronti di Italpetroli, controllante della Roma e secondo voci trapelate su più organi di stampa sarebbe la principale artefice della rottura delle trattative tra la Sensi e Fioranelli. Quest'ultimo però non si arrende e si mostra ancora fiducioso sull'ipotesi d'acquisto della società.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifosi della Roma contro Unicredit: contestazione sotto la sede della banca

RomaToday è in caricamento