Lazio, Inzaghi smonta il caso: "Lotito? Semplice confronto, tra noi un grandissimo rapporto"

"Siamo tuti sereni, ieri l'ho sentito e ci siamo fatti una risata sull'accaduto". Sulla Juve: "Forte, ma certe sfide sono nel nostro dna". Ecco la probabile formazione

"Siamo tutti sereni, i confronti tra allenatore e presidente sono all'ordine del giorno, l'importante è che ci siano per il bene comune". Inzaghi soffia via il polverone alzatosi dopo la diffusione tramite video della telefonata iraconda di Lotito con un certo "Simone", ora ufficialmente identificato.

Da uomo navigato l'allenatore prova a limitare gli strascichi e a porre tutta l'attenzione sulla gara che attende i suoi ragazzi domani alle 18:00, all'Allianz Stadium, contro la Juventus di Cristiano Ronaldo.

"Ci siamo fatti una risata"

"Si è parlato tanto della telefonata, tra l'altro datata - continua il tecnico biancoceleste in conferenza da Formello - Con il presidente siamo insieme da 15 anni, c'è un grandissimo rapporto. Si tratta di una vecchia telefonata in cui si discuteva della sostituzione di alcuni fisioterapisti, un problema che abbiamo risolto da tempo. L'ho sentito ieri e ci siamo fatti una risata sull'accaduto. Siamo tutti dispiaciuti per il ko contro il Napoli ma già concentrati sulla prossima partita. Possiamo toglierci tante soddisfazioni insieme ai nostri tifosi".

"Queste sfide sono nel nostro dna"

Nessun rancore, dunque. Ed un pensiero fisso, ripetere una prestazione super contro la corazzata bianconera: "Sarà una partita bellissima. Dovremo cercare di far tesoro di alcuni errori commessi col Napoli. Ci stiamo preparando come si deve, abbiamo dimostrato che queste sfide sono nel nostro dna. Domani torneranno giocatori importanti, ma nessuno sa chi giocherà. La formazione la dirò prima della partita. Con questo schieramento abbiamo fatto bene, ma c’è da migliorare. Posso comunque cambiare nel corso della partita, non esiste solo il 3-5-2. Ascolto tutti, ma decido sempre io. La Juve è fantastica e Allegri è un vincente. L’anno scorso abbiamo vinto due volte, speriamo di ripeterci e speriamo di non trovarli in giornata. CR7? Sarà il sorvegliato speciale, è il più forte al mondo. Ma non c’è solo lui, quella squadra è forte in tutti i reparti”.

Probabile formazione

Nonostante i pochi indizi sull’undici titolare, Inzaghi potrebbe partire senza grosse sorprese con Strakosha in porta;  Wallace, Acerbi e Radu a comporre la tradizionale difesa a tre; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic e Lulic a centrocampo; Luis Alberto alle spalle di Immobile in attacco.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di seguito il video della risposta di Inzaghi in conferenza stampa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento