rotate-mobile
Sport

La classifica della Maratona di Roma 2022

Il vincitore ha fatto segnare il nuovo record del percorso

La maratona di Roma numero 27 ha visto il trionfo dell’etiope Bekele Fikre Tefera in 2:06’48”. Si tratta del nuovo record del percorso, che ha messo in archivio il 2:07’18” del keniano Benjamin Kiptoo Kolum (2009). Dietro di lui, al traguardo, il connazionale Mamo Tadesse Temechachu (2:07’04”) e il marocchino Othamane El Goumri con 2:07'16". Tra le donne vittoria dell’etiope Sechale Dalasa Adugna (2:26’09”) seguita dalla keniana Gladys Jeruto Kiptoo (2:28’45”) e dall’altra etiope Bekele Tadelech Nedi (2:31’01”).

In chiave italiana, il primo al traguardo è il romano Luca Parisi (Atl. La Sbarra), dodicesimo nella competizione maschile in 2h20:40, mentre in quella femminile chiude ottava Paola Salvatori (Us Roma 83) con il tempo di 2h49:17.

  • 1     TEFERA FIKRE BEKELE  02:06:48
  • 2    TEMECHACHU TADESSE MAMO 02:07:04
  •  3    EL GOUMRI OTHAMANE 02:07:16
  • 4    BEKELE ABRAHAM GIRMA 02:08:31
  • 5    JACOB CHESHARI KIRUI 02:08:40
  • 6    KOGO JOSHUA KIPKEMBOI 02:09:09
  • 7    PACER    NAIBEI SAMUEL KIPLIMO 02:09:41
  • 8    MEKONEN LEMA ALEMAYEHU 02:09:42
  • 9    NGENO ERNEST KIPRONO 02:09:54
  • 10    KIPRUGUT DOUGLAS KIMELI 02:15:48

QUI LA CLASSIFICA COMPLETA CON TUTTI I TEMPI


Gli organizzatori 

Alessandro Giacomini, Managing Director Infront Italy: "Siamo felici per quello che abbiamo fatto e abbiamo portato a Roma, una grande festa di sport e di unione dei popoli. Questa edizione è tornata nella data tradizionale, ad appena sei mesi dalla scorsa edizione e con le incertezze del periodo. Nonostante questo e la difficile situazione internazionale abbiamo registrato un importante numero di partecipanti, di cui il 50% proveniente dall’estero. Puntiamo a incrementare per l’anno prossimo in maniera significativa gli iscritti e di posizionare l’Acea Run Rome The Marathon tra le Major, le maratone più importanti al mondo. Siamo all’inizio di un percorso che sono certo porterà grandi soddisfazioni a noi organizzatori e anche alla città di Roma. Un grazie speciale a chi ha collaborato con noi per l’organizzazione di questo evento, sia a livello istituzionale sia a livello di sponsorship. Senza la loro preziosa collaborazione tutto questo non sarebbe stato possibile".

Daniele Quinzi, Direttore Marketing Corriere dello Sport - Stadio: "Ci sono giornate in cui tutto si allinea e oggi è stata una di quelle. Alla voglia delle persone di correre si sono allineati un’organizzazione senza la minima sbavatura, un grande Expo Village, una gara incredibile che è culminato, al maschile, con il nuovo record dell’Acea Run Rome The Marathon. Sono ricominciati anche i grandi numeri: maratona, staffetta e Fun Race hanno dato il segnale concreto di quanto questo evento stia crescendo, di quanto Roma meriti una gara di respiro internazionale sempre più forte e che non abbia nulla da invidiare alle Major".

Nicola Ferrante, Presidente Italia Marathon Club: "Tecnicamente siamo contenti del nuovo record del percorso, ma sono altrettanto convinto che si possa ulteriormente migliorare: il 2:06’48” può ancora scendere fino a 2:04. Stiamo già lavorando per il 2023, per rendere più scorrevole il tracciato che presenti sempre meno passaggi con i sanpietrini". 


La stracittadina

Un lungo e serpentone colorato, in cui a predominare è il verde della maglia ufficiale, di oltre 3.000 persone tra cui tanti papà, mamme, ragazzi e bambini, a piedi o in passeggino, e qualche cane al guinzaglio, che hanno camminato e corricchiato tutti accomunati da entusiasmo e sorrisi: la Fun Race, la stracittadina legata alla Run Rome The Marathon, è tornata ad animare le strade della Capitale dopo l’edizione virtuale dello scorso anno. Cinque chilometri che sono partiti dai Fori Imperiali e si sono conclusi al Circo Massimo e che hanno fatto respirare quell’aria di normalità che tanto è mancata in questi ultimi due anni. Come tutti gli anni, alla Fun Race è stato legato un charity program, gestito da Csv Lazio, grazie al quale le associazioni hanno potuto raccogliere le iscrizioni e trattenere parte del ricavato per le loro attività.
 

Il via con la bandiera della pace

A dare il via agli 11.000 maratoneti, di cui quasi 5.000 stranieri, è stato l’assessore ai grandi eventi, sport e turismo di Roma Capitale Alessandro Onorato, sventolando la bandiera della pace. Partenza alle 8.30 dai Fori Imperiali, con il Colosseo a fare da sfondo e l’Altare della Patria e la Colonna Traiana a stringere in un abbraccio i partecipanti. 

Il tutto anticipato dalle note e dalla inconfondibile voce del tenore Carlo Assogna che ha intonato prima l’Inno nazionale e poi “Il Gladiatore”, e dagli indomiti legionari del Gruppo Storico Romano. 

Il dispiegamento di forze della polizia locale

Circa 600 gli agenti della polizia locale di Roma Capitale messi in campo, già da questa notte, per garantire il regolare svolgimento della gara. Le pattuglie sono tuttora impegnate  lungo i 42 km di percorso, per le necessarie chiusure e per l'attività di controllo lungo il tracciato, al fine di garantire la sicurezza stradale e assistenza ai cittadini. Come per le precedenti edizioni, anche quest'anno i motociclisti della polizia locale hanno dato avvio alla gara, scortando i partecipanti fino al traguardo. La vigilanza proseguirà nelle prossime ore per consentire il ripristino della regolare viabilità al termine dell’evento.

maratona di roma-9

"Un messaggio di pace"

"Mai come quest'anno la Maratona di Roma con tutta la bellezza e unicità del suo percorso tra le meraviglie della Città Eterna, lancia un fortissimo messaggio di pace, di unione e vicinanza al popolo ucraino. Come Regione Lazio anche quest'anno siamo accanto all'Acea Run Rome The Marathon perché lo sport vuol dire non solo sforzo e attività fisica ma è sinonimo di gioia, inclusione e libertà. Vedere tutti questi atleti provenienti da ogni parte del mondo tornare a competere, nella nostra splendida città, tutti insieme anche dopo il lungo periodo di stop e restrizioni dovute alla pandemia, ci lascia la convinzione che possiamo essere più forti di ogni difficoltà. Da qui, dalla culla della nostra cultura, questo evento sportivo assume un significato simbolico e si trasforma in un grido contro la guerra, oggi qui vince la pace”, così il Delegato allo Sport del Presidente della Regione Lazio, Roberto Tavani che questa mattina era presente alla partenza della Maratona di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La classifica della Maratona di Roma 2022

RomaToday è in caricamento