Martedì, 3 Agosto 2021
Sport

Roma fortunata e vincente, Cesena ko

L'autorete al minuto numero 89 di Pellegrino, su tiro di Simplicio, decide il match del Manuzzi. Decisivi e fortunati i cambi di Ranieri. Vucinic polemico al momento della sostituzione

Al Manuzzi di Cesena arriva la Roma di Ranieri in cerca di un pronto riscatto dopo l'ultima bruciante sconfitta interna patita contro la Sampdoria. A motivare i capitolini, attualmente quarti con l'Inter a 32 punti, soprattutto la voglia di consolidare una posizione da Champions League dopo le recenti diatribe nello spogliatoio giallorosso. Nella Roma assenti Pizarro e Mexes per infortunio e lo squalificato Julio Sergio. Ranieri opta per il 4-3-3 con il tridente affidato a Menez, Totti e Vucinic con Borriello preservato in vista del derby di Coppa Italia.

Nel primo tempo ci sono tante emozioni ed un ritmo frenetico. I padroni di casa non appaiono affatto intimiditi dalla Roma. Buone occasioni da ambo le parti ma le rispettive difese si dimostrano attente ed efficaci. La prima occasione è per Budan da calcio d'angolo ma il destro del croato esce un metro sulla destra di Doni. Al 21' ci prova Vucinic col destro, ma Antonioli attento devia in corner. Il Cesena però non arretra e Giaccherini e Jimenez si muovono bene sul tutto il fronte offensivo. Al 43' è ancora Vucinic a provarci ma il suo diagonale esce fuori di poco.  

Il secondo tempo rimane su ritmi elevati. Dopo una manciata di minuti va in gol il Cesena con Giaccherini, ma il piccolo fantasista romagnolo prima di concludere a rete controlla con un braccio. Giannoccaro annulla e ammonisce il numero 23 del Cesena. Al 50' grande azione di Menez che si fa 50 metri palla al piede, smarca tutti ma poi, in area di rigore si scorda il pallone e l'azione svanisce. La partita rimane belle e la cornice di pubblico è da big match. Da sottolineare l'incessante tifo da parte dei moltissimi tifosi giallorossi giunti in Romagna. Al 54' gran cross dalla destra di Caserta che si beve Riise, ma si salva in extremis la retroguardia giallorossa. Al 57' Juan ci prova di testa su cross dalla bandierina destra di Totti, para Antonioli in uscita. Al 64' ancora bell'azione di Menez che ubriaca Dellafiore ma il suo tiro è bloccato dal portiere ex Roma. Al 70' Cassetti esce per infortunio e al suo posto Ranieri inserisce Rosi. Cambio anche nel Cesena, Ficcadenti toglie un generoso Caserta e getta nella mischia Sammarco. Al 77' ancora una conclusione per i padroni di casa, ma Doni blocca bene il tiro di Parolo. Ranieri capisce, finalmente, che è arrivato il momento di Borriello. La sostituzione però è doppia: fuori Menez e Vucinic dentro Borriello e Adriano. Il montenegrino esce visibilmente scontento dal campo. Aria di nuova tempesta nello spogliatoio giallorosso. In settimana si era già vociferato di un dissidio tra la punta giallorosso e il tecnico di Via San Saba. "Mi dispiace per lo scatto di Mirko appena uscito, tocca parlare di questa cosa altrimenti non si va avanti", dirà Ranieri a fine gara. Tridente pesante della Roma ora con Totti - Adriano - Borriello. La prima conclusione del nuovo tridente porta la firma di Adriano che di testa, però, fa il solletico ad Antonioli. All'89' poi l'episodio che decide l'incontro: incredibile autorete di Pellegrino sulla conclusione di Simplicio; l'azione era nata da una traversa clamorosa di Borriello e dalla respinta di Antonioli sulla corta ribattuta di Adriano. Un gol rocambolesco che porta in vantaggio i giallorossi. Sospetta la posizione di Adriano al momento dell'azione della rete romanista. Decisivi e fortunati i cambi di Ranieri. E' l'ultima grande emozione al Manuzzi che decide un match dove il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Tre punti preziosissimi che rilanciano la Roma ora da sola al quarto posto con 35 punti. A fine gara Fabio Simplicio ha commentato così ai microfoni di SKY: "E' stata una situazione difficile, ci ho creduto e sono riuscito a metterla dentro. Io l'ho detto quando sono arrivato; voglio fare la storia della Roma e i giallorossi non avevano mai vinto a Cesena. Siamo una grande squadra e ripartiamo senza paura. Non è stata una settimana turbolenta, qui ci sono tanti grandi giocatori e per il mister non è facile scegliere. La Roma c'è".

 

TOP

I CAMBI 7: Borriello (7) e Adriano (6,5) entrano e cambiano la partita. Il primo porta voglia di gol e dinamicità, l'altro chili e fisicità. Mosse azzeccate


FLOP

VUCINIC 5,5: Va a intermittenza. Nel primo tempo è il più pericoloso, nel secondo scompare, esce e calcia la bottiglietta d'acqua in panchina. Nervoso
 

TABELLINO

Cesena (4-3-2-1): Antonioli 6.5, Dellafiore 6, Von Bergen 6, Pellegrino 5.5, Lauro 6.5, Caserta 6.5 (26' st Sammarco 6), Colucci 6, Parolo 6.5, Giaccherini 6 (46' st Malonga sv), Jimenez 6.5, Budan 5.5 (36' st Bogdani sv). A disp.: Calderoni, Ceccarelli, Appiah, Benalouane. All.: Ficcadenti 6.

Roma (4-3-2-1): Doni 6, Cassetti 6 (24' st Rosi sv), N.Burdisso 6, Juan 5, Riise 6, De Rossi 6, Simplicio 6, Perrotta 5, Menez 6 (36' st Borriello 7), Vucinic 5,5 (36' st Adriano 6,5), Totti 5. A disp.: Lobont, Castellini, Greco, Brighi. All.: Ranieri 6.

Arbitro: Giannoccaro 5.5.

Rete: 44' st autogol Pellegrino.

Ammoniti: Colucci (C), Burdisso e De Rossi (R) per gioco scorretto, Giaccherini (C) per fallo di mano

 

 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma fortunata e vincente, Cesena ko

RomaToday è in caricamento