Casilina calcio, Del Monaco: "Il secondo posto è l’obiettivo minimo"

Continuano a marciare su ritmi alti i Giovanissimi provinciali del Casilina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma - Continuano a marciare su ritmi alti i Giovanissimi provinciali del Casilina. La squadra di mister Sergio Del Monaco ha violato con un netto 4-1 il campo del Centocelle (scatenato Moretti, autore di una bellissima tripletta a cui poi si è aggiunta un'autorete dei padroni di casa), ma nel primo tempo (concluso comunque in vantaggio 2-1) la squadra capitolina ha fatto parecchio arrabbiare il tecnico perché è parsa a lungo poco "sintonizzata" su un unico obiettivo, molto slegata e non compatta. «Abbiamo giocato malissimo - dice senza mezzi giri di parole Del Monaco - Si è visto troppo egoismo e poco gioco di squadra e all'intervallo mi sono fatto sentire: pretendevo molto di più». E i ragazzi, anche coloro che sono subentrati, hanno recepito il messaggio e proposto una prestazione chiaramente diversa rispetto alla prima metà di gara. «Le cose sono andate decisamente meglio e bisogna ripartire da quell'atteggiamento». Domenica il Casilina è atteso da un'altra trasferta, quella di Lunghezza. «Una squadra alla nostra portata, dobbiamo assolutamente vincere». Anche perché la lotta ai vertici della classifica è davvero serrata. «Al momento siamo al secondo posto a pari punti con l'Audace e davanti c'è il Segni che ha quattro lunghezze di vantaggio. Non credo che abbiamo nulla da invidiare all'attuale capolista che ha due giocatori che fanno la differenza, ma non mi ha incantato nemmeno nello scontro diretto. Noi avremo l'opportunità di giocare sul nostro campo sia con loro che con l'Audace e per questo dico che l'obiettivo minimo dev'essere il secondo posto. Mancano sei partite da qui alla fine del campionato e dobbiamo cercare di conquistare almeno quindici punti». Le tabelle sono stilate, i Giovanissimi provinciali del Casilina stanno inseguendo il loro sogno: quello di far fare al club del presidente Umberto Coratti un altro salto tra i regionali. Infine domenica contro il Praeneste inizia il girone di ritorno della Prima categoria con i ragazzi di mister Casarola, reduci dall'1-1 interno contro il Real Valmontone, vogliosi di risalire la classifica e conquistare almeno un piazzamento nella prossima Coppa Lazio.

Torna su
RomaToday è in caricamento