Domenica, 21 Luglio 2024
Sport

Olimpiadi, Malagò: "Roma ci riprovi nel 2024", Marino: "Inopportuno pensarci ora"

Il presidente del Coni rilancia una possibile candidatura della Capitale per i giochi olimpici del 2024. Il sindaco Marino: "Non mi sembra opportuno rifletterci adesso". Alemanno: "Condivido pienamente quanto detto da Malagò"

Olimpiadi 2024 nella Capitale? A farlo trapelare tra le righe è il presidente del Coni, Giovanni Malagò, in un'intervista alla Gazzetta dello Sport. Se Tokyo si vedrà assegnare la competizione del 2020 battendo Madrid e Istanbul, le due europee candidate, allora Roma potrebbe provarci per quella successiva. Ma il primo cittadino non sembra d'accordo. 

IL SINDACO - "Credo che Giovanni Malagò fa e deve fare il suo mestiere e lo sta facendo molto bene; tuttavia, per me sarebbe inopportuno pensare adesso a una cosa del genere" ha commentato Ignazio Marino. "dobbiamo attendere che cosa accadrà con le altre candidature per il 2020 prima di poter capire se questo è un argomento di cui doverci concretamente occupare e quindi analizzarlo; al momento c'è un'altra città europea (Madrid ndr.) in lizza e dobbiamo capire se sarà scelta o meno. Ci sono rapporti tra le città, che mi devono far sperare che una capitale europea venga selezionata essendo, appunto, il sindaco di una delle capitali europee".

ALEMANNO - Dice la sua anche l'ex sindaco Alemanno, che spinse a suo tempo per la candidatura della Capitale per il 2010. "Condivido pienamente l'iniziativa del Presidente del Coni Giovanni Malagò che rilancia la candidatura di Roma per le Olimpiadi 2024 - dichiara, in una nota, il consigliere comunale Gianni Alemanno - Dopo la possibilità di una candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020, svanita solo per un puntiglio di Monti, siamo prontissimi a sostenere con forza ed entusiasmo questa nuova occasione che si apre per la nostra città. Su questa possibilità serve un clima concorde, un sostegno unanime nella consapevolezza delle grandi opportunità che si aprirebbero per Roma e per lo sviluppo della città tutta". 

CONFCOMMERCIO - "Condivido pienamente e appoggio la proposta di candidare Roma alle Olimpiadi del 2024 avanzata dal presidente del Coni, Giovanni Malagò - dichiara, in una nota, il presidente della Confcommercio di Roma, Giuseppe Roscioli - Purtroppo abbiamo mancato con nostro grande rammarico la gara dei Giochi Olimpici 2020, ma non per questo vogliamo arrenderci perché siamo ancora convinti che si tratti di un'opportunità unica nell'interesse non solo della Capitale, delle imprese e di tutti i cittadini ma dell'Italia intera che ne guadegnerebbe in termini di prestigio e attrattività. Un evento che avremmo voluto nostro e che abbiamo spinto fin da subito perché connesso a dinamiche di sviluppo che nelle altre grandi capitali del mondo sono all'ordine del giorno mentre per noi costituiscono ancora eventi eccezionali. 

In questo senso l'Olimpiade è un vero e proprio catalizzatore di tutti quei processi di ammodernamento infrastrutturale e tecnologico e di potenziamento ricettivo che giacciono da troppo nel cassetto e che oggi più che mai hanno bisogno di vedere la luce. Infine, un'occasione concreta per valorizzare tutti gli impianti sportivi privati della nostra città che vorrebbero e potrebbero senz'altro partecipare attivamente alla riuscita di una simile manifestazione sportiva".

MILANO - "Mi fa piacere che il presidente del Coni Giovanni Malagò abbia ripresentato il dossier delle Olimpiadi 2024 bocciato dal Governo Monti, ma credo che ora la candidatura di Roma possa essere sostituita da quella di Milano". Lo ha detto Antonio Rossi, assessore regionale allo Sport in Lombardia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi, Malagò: "Roma ci riprovi nel 2024", Marino: "Inopportuno pensarci ora"
RomaToday è in caricamento