Sport

Canadian Solar Bologna – Lottomatica Roma 87-79

Nuova sconfitta della Lottomatica che a Bologna perde 87 a 79. I capitolini iniziano bene per i primi 35 minuti ma si lasciano travolgere nel finale di gara. L'esordio di Gordic non basta

Il circolo vizioso in cui la Virtus Roma è precipitata, sembra (tristemente) senza alcuna soluzione di continuità. Se la partita con Montegranaro aveva rincuorato l'ambiente e fornito lo slancio per un nuovo assalto alle Final Eight, la trasferta di Bologna cancella buona parte dei progressi dei capitolini registrati tra dicembre e gennaio.
La Lottomatica gioca una buona partita (forte di una superiorità di uomini notevole) per circa 35 minuti, gestisce per intere frazioni di gioco vantaggi in doppia cifra e si lascia poi travolgere nel finale da una compagine in piena crisi di gioco e di morale.
Non basta l'esordio di Gordic e la versione “lusso” di Charlie Smith per lanciare definitivamente in orbita la stagione, Roma paga la sua incapacità di coinvolgere nel gioco il pacchetto dei lunghi e viene penalizzata dalle rotazioni e le scelte di Boniciolli.
Ammortizzata l'assenza di Vitali con il nuovo acquisto, il coach gestisce un gioco che vive e muore quasi esclusivamente di gioco perimetrale (pur senza un play vero e proprio) e che non capitalizza a dovere gli istinti offensivi di Traorè.  Difficile poi giustificare il minutaggio di Crosariol, in evidente giornata negativa ma lasciato ad agire (senza adeguato supporto) sul parquet per oltre 20 minuti.
L'ago della bilancia è Kennedy Winston, l'ex di turno gioca con il dente avvelenato ed affossa la sua vecchia squadra con 22 punti e una perfetta gestione del finale di gara.


Lardo schiera un quintetto molto giovane con Moraschini e Martinoni, mentre i romani si affidano al classico starting five. I primi minuti sono una specie di monologo Lottomatica, con Charlie Smith scatenato al tiro (10 punti in un amen) e percentuali dall'arco che fanno davvero sensazione.
I capitolini vedono il canestro con grande facilità, la difesa riflette il buon momento e per Bologna ci sono solo le briciole.
La prima frazione si chiude sul 12 a 26 in favore degli ospiti. Nei locali arriva qualche segnale di vita solo da Poeta.

Nella seconda frazione scendono le percentuali dei giallorossi ma le V nere stentano ad eseguire i dettami di gioco imposti da coach Lardo. Koponen e l'impatto fisico di Homan svegliano un poco i locali, ma per il primo canestro di Winston e i primi segnali incoraggianti bisogna attendere quasi 14 minuti.
Gordic fa vedere cose buone al suo esordio, ma paga dazio difensivamente anche per colpa di un metro arbitrale troppo casalingo.
Roma non uccide la partita, perde il possesso delle plance (dominate da Homan, già in doppia cifra in rimbalzi) e lascia rientrare in gara gli avversari.
Si va al riposo lungo sul 37-44.

La gara fa inorridire i puristi, per annotare sul taccuino una tripla di Bologna bisogna attendere la bomba di Gailius che sigla il primo vantaggio dei locali sul 55-54.
La Lottomatica è in crisi in fase di impostazione e viene concessa fiducia a Gordic, vista l'assenza di Vitali rimasto nella capitale per una bronchite.
Il giovane esterno dimostra grandi attributi e un talento cristallino, gli ospiti ricominciano a macinare gioco (costruendo un nuovo parziale in doppia cifra), nonostante le difficoltà di Crosariol in vernice.
E' un fuoco di paglia però e si va punto a punto nel finale.
Con Gordic costretto in panchina per il quinto fallo, è Winston a salire di livello confezionando una tripla nel momento più delicato della gara, le V nere riescono a cavalcarlo e vincere una gara che dopo i primi 12 minuti sembrava già persa.

Homan e Amoroso mettono in grave imbarazzo i lunghi di Roma, e la classifica torna a farsi preoccupante dopo le due sconfitte nelle ultime 3 uscite di campionato.
Domenica arriva Siena al PalaLottomatica: una nuova sconfitta potrebbe davvero far male alle ambizioni playoff capitoline.
Eccellente l'esordio di Gordic, unica nota positiva in una serata che si rivela l'ennesima occasione sprecata.

CANADIAN SOLAR BOLOGNA – LOTTOMATICA ROMA 87-79

BOLOGNA: Bottioni NE; Koponen 14; Poeta 13; Moraschini 4; Homan 11; Winston 22; Sanikidze; Martinoni 0; Gailius 12; Gaddefors NE; Spizzichini NE; Amoroso 9.
ROMA: Smith 21; Tonolli NE; Washington 9; Crosariol 2; Traore 10; Datome 9; Dedovic 10; Gordic 13; Marchetti NE; Dasic 5; Iannilli NE; Carrano NE.
(12-26, 37-44; 56-63)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canadian Solar Bologna – Lottomatica Roma 87-79

RomaToday è in caricamento