Sport

Calcioscommesse, l'avvocato della Lazio: "Mauri e Brocchi ci hanno garantito loro estraneità"

"La giustizia sportiva si basa sulla responsabilità oggettiva, dubito si possa arrivare a qualcosa ma il Coni dovrebbe rivedere la norma. Mauri è serenissimo, è molto carico", sottolinea l'avvocato Gentile

In Procura Federale, in via Allegri, è arrivato anche l'avvocato della Lazio Gian Michele Gentile, ma la sua presenza è in Federcalcio per consegnare dei docunenti: "Abbiamo parlato con Mauri e Brocchi che ci hanno garantito la loro totale estraneità, anche di semplice conoscenza di quello che di illecito poteva avvenire. Questa cosa turba l'ambiente - ha spiegato l'avvocato Gentile - Quello che leggo è che vorrebbero chiudere prima dell'estate, l'importante è che la giustizia sia fatta bene. La Lazio in questa vicenda non c'entra nulla. Mauri è serenissimo, è molto carico e una persona con sensi di colpa non dovrebbe avere quel tipo di rendimento e quella tranquillità che dimostra. Gervasoni? Prima voglio leggere le sue confessioni, poi esprimo un pensiero". Poi sulla responsabilità oggettiva, l'avvocato Gentile spiega: "La giustizia sportiva si basa sulla responsabilità oggettiva, dubito si possa arrivare a qualcosa. Quello che invece si può vedere è come si possono applicare i criteri della giustizia sportiva. Se un calciatore rema contro la società è mai possibile che ne risponda la società, che è parte offesa? Con il buonsenso il Coni dovrebbe rivedere la norma"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse, l'avvocato della Lazio: "Mauri e Brocchi ci hanno garantito loro estraneità"

RomaToday è in caricamento