Mercoledì, 28 Luglio 2021
Calciomercato

Sergio Ramos-Roma, bluff o grande colpo? Ecco i punti di forza e gli ostacoli della trattativa

Mourinho lavora in prima persona per convincere Sergio Ramos a vestire la maglia della Roma nella prossima stagione. Ma ci sono diversi ostacoli. Ecco i punti di forza e gli ostacoli della trattativa

La Roma fa sul serio per Sergio Ramos. Mourinho è a lavoro per regalare un grande colpo ai giallorossi. Il tecnico portoghese si sta spendendo in prima persona per portare a Trigoria l’ex capitano del Real Madrid Sergio Ramos. Ma quante sono le possibilità di vedere l’ex Galacticos in giallorosso? La Roma ci sta davvero provando o è una fantasia dei giornali?. Ecco gli ostacoli e i punti di forza che la Roma può trovare nella strada che porta a Sergio Ramos. 

Perché si può sognare 

La Roma ha due punti a suo vantaggio ed il primo di questi si chiama José Mourinho. Lo Special One con la sua tempra e la sua esperienza è una calamita per i big. Mou e Ramos hanno condiviso pure lo spogliatoio a Madrid, dal 2010 al 2013. I due insieme hanno vinto una Liga, una Coppa di Spagna ed una Supercoppa spagnola. Il forte legame fra i due potrebbe spingere Ramos nella Capitale. Mourinho vuol dire una Roma competitiva e questo Ramos può apprezzarlo. 

Altro punto di forza su cui può puntare la Roma è il Decreto Crescita che dimezzerebbe la maxi-somma al lordo (Ramos chiede 10 milioni). E poi il difensore spagnolo può sfruttare le agevolazioni fiscali del nostro Paese. Le prime, quelle del 2017, consentono, per tutti i redditi non dichiarati entro i confini italiani, di pagare in tasse solamente 100 mila euro all’anno (per i parenti scenderebbe a 25 mila) nei primi tre anni in Italia, mentre le seconde introdotte nel 2019 e destinate agli atleti professionisti prevedono una esenzione ai fini irpef del 70% dei redditi.

Su questi due punti la Roma sta tessendo la sua tela per avere Sergio Ramos.

Sergio Ramos-Roma, bluff

Portare Sergio Ramos alla Roma però non è semplice.nInnanzitutto la Roma può sì sfruttare il Decreto Crescita, ma il campione spagnolo chiede un ingaggio davvero alto. E il club giallorosso sarebbe davvero disposto a spendere una cifra intorno ai 10 milioni di euro per un ingaggio di un singolo calciatore? Per di più di 35 anni? Sarebbe un azzardo importante per la nuova Roma che sta nascendo. 

Sul piano sportivo, Ramos è un valore aggiunto. Un leader a 360°, abituati ai più grandi palcoscenici d’Europa e del Mondo, vedasi i 16 anni al Real Madrid e i trionfi con la maglia della Spagna. E questo è un altro ostacolo per la Roma. I giallorossi la prossima stagione non giocheranno la Champions League, ma la Conference League.

Questo può essere un grosso problema nel convincere Sergio Ramos ad accettare la Roma. A 35 anni è verso il tramonto della sua carriera e uno come lui che ha vinto ben 4 Champions League difficilmente rinuncerà a partecipare al torneo tanto prestigioso. Sul difensore ci sono anche altri top club come Manchester United, Psg e anche il Milan che può sfruttare il fascino di Paolo Maldini, da sempre idolo di Sergio Ramos. Tutte squadre che giocheranno la più grande competizione europea fra club. 

Con queste ultime osservazioni, l’arrivo di Ramos alla Roma sembra essere soltanto un titolo da prima pagina estiva dei giornali sportivi. 

Quello che è certo è che Mourinho ci sta provando. Ma riuscirci è un altro discorso…da fantacalcio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sergio Ramos-Roma, bluff o grande colpo? Ecco i punti di forza e gli ostacoli della trattativa

RomaToday è in caricamento