Calciomercato

La Roma e Maurizio Sarri sempre più vicini

Nuovo progetto per i Friedkin: Maurizio Sarri la carta per una Roma dal profilo più internazionale

Maurizio Sarri potrebbe essere il nuovo allenatore nella prossima stagione. Il tecnico toscano e i Friedkin, sono da tempo in contatto ma secondo il Corriere dello Sport, nelle prossime ore l’agente del tecnico, Ramadani, arriverà in Italia per incontrare Tiago Pinto, dirigente giallorosso. 

Il nuovo progetto

Con Sarri si aprirebbe un nuovo progetto per la Roma. Bel gioco e successi. Questo si augura la proprietà giallorossa con l’ingaggio l’ex tecnico della Juventus. I punti di contatto fra la dirigenza ed il tecnico sarebbero tre: 1) la valorizzazione dei giovani (Calafiori su tutti), 2) il profilo internazionale e 3) impostare da subito la Roma che verrà. La Roma però deve stare attenta a non commettere l’errore che fecero i dirigenti della Juventus quando presero Sarri. Il lavoro del tecnico toscano deve rientrare in un progetto a lungo termine. Il “bel gioco” per arrivare ha bisogno di tempo e degli uomini giusti per applicarlo. Senza dimenticare però che la vittoria di un trofeo manca da troppo tempo nella Capitale.

L’impianto di gioco

Sarri per la sua Roma vorrà riproporre il 4-3-3 ammirato ai tempi del Napoli. Per farlo, la Roma dovrà innanzitutto risolvere due questioni: il regista e il centravanti. Il costruttore è la pedina fondamentale per le squadre dell’allenatore. Compito di Pinto individuare sul mercato, italiano ed estero, il “Jorginho” di turno da regalare a Sarri. Capitolo attaccanti. Con Dzeko che lascerà, i sogni giallorossi hanno due forme: Andrea Belotti, capitano del Torino e Dusan Vlahovic. Difficile il serbo della Fiorentina con una valutazione intorno ai 40 milioni, intriga la situazione del Gallo in scadenza con i granata nel 2022. La rivalutazione di Under dopo il deludente prestito al Leicester, potrebbe essere un rinforzo importante per il tecnico.

Sarri bel gioco e successi

La scelta di Sarri come allenatore è un segno di continuità con l’ambizione europea che vogliono i Friedkin per la Roma. Con Fonseca la Roma che perso strada in campionato, si prepara a giocare la semifinale di Europa League con il Manchester United. Una vetrina internazionale di prestigio per i capitolini. Sarri nel suo palmares vanta proprio l’Europa League vinta nel 2018/2019 con il Chelsea prima di approdare alla Juventus e vincere lo scudetto. Un profilo internazionale non solo per il trofeo ma soprattutto per il gioco europeo che Sarri può dare e che si è ammirato in un tutto il suo splendore nel triennio sulla panchina del Napoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Roma e Maurizio Sarri sempre più vicini

RomaToday è in caricamento