Calciomercato Roma, Sabatini fa chiarezza: "Benatia resta. Parte solo per 61mln"

Il direttore sportivo: "Lo conosco bene, è solo vittima di un equivoco mediatico. Ha ancora un contratto di quattro anni!"

Walter Sabatini blinda Medhi Benatia: "Il ragazzo rimane alla Roma. Lo conosco bene, è solo vittima di un equivoco mediatico. Ha ancora un contratto di quattro anni". Il direttore sportivo dei giallorossi continua: "Devo dare atto che ha sposato il nostro progetto realmente rinunciando a contratto superiori al nostro. L'aumento è stato proposto e quando ha parlato di adeguamento ridicolo è stato solo uno scivolone dialettico in una lingua non sua. E' un giocatore della Roma e rimarrà della Roma". 

COLPA DEL PROCURATORE - Sabatini non si nasconde: "Tutto questo è stato alimentato da Sissoko (agente del calciatore, ndr) un menestrello in cerca di ospitalità. Garantisco sul valore morale e tecnico di Benatia perché quando ho concluso l'accordo con l'Udinese ho vissuto una notte agitata perché era un'operazione importante. Per questo Benatia è un giocatore incedibile. I trenta milioni ipotizzati dal suo agente per me valgono solo per il piede sbagliato del ragazzo. Quindi servono almeno 60, anzi 61 milioni di euro. Di fronte ad una cifra del genere non posso garantire la sua permanenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL MERCATO - "Dobbiamo raddoppiare tutti i ruoli. - spiega - Stiamo già lavorando con Garcia valutando tutti i giocatori che in questi anni abbiamo visionato. Migliorare questa squadra è difficile perché è un grande gruppo, ma lo faremo perché vogliamo farlo. In qualche caso triplicheremo anche alcuni ruoli. Rudi Garcia non ha bisogno di allargare le propria competenze perché ha già il difficile compito di allenare al Roma. Lui fa molte cose ma rimane il tecnico di questa società. Per il resto c'è la società stessa che lo asseconda, a volte si a volte no. Non ci sarà un uomo solo al comando perché il suo compito è davvero qualcosa di difficile". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Apre il centro commerciale Maximo, mancano le opere per il quartiere. Le spiegazioni dell'azienda

  • Omicidio a Marconi: colpito da una coltellata, morto 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento