Calciomercato Roma, Juve su Pjanic ma senza pagare la clausola

Per Pjanic sarebbe pronto l'aumento di 1 milione sull'ingaggio annuo rispetto ai 3,2 ora percepiti. Spalletti però cerca di tenersi il bosniaco

Miralem Pjanic e la Juventus, con la Roma sullo sfondo che resite. Il ds bianconero Fabio Paratici è volato nella Capitale per provare a chiudere per il bosniaco senza però pagare la clausola da 38 milioni ritenuta eccessiva dal club campione d'Italia.

La Roma imposta dalla clausola, infatti, è troppo alta per la Juve che sta però alzando il pressing. E così, sul piatto, i bianconeri potrebbero inserire alcune contropartite tecniche che vanno da Simone Zaza a Roberto Pereyra e lavorando così su nuove formule dell'affare.

Per Pjanic, inoltre, sarebbe pronto l'aumento di 1 milione sull'ingaggio annuo rispetto ai 3,2 ora percepiti nel club di James Pallotta. 

La Roma rinata con Lucino Spalletti però non vuole mollare.  "E' chiaro - dice il tecnico - che i giocatori di qualità della Roma sono nel mirino di alcune società. Però questi stessi calciatori mi hanno assicurato, visto che io con loro ci parlo quotidianamente avendo un contatto diretto, che vogliono rimanere". 

E ancora. "Questi discorsi, poi, è chiaro che vanno approfonditi - ribadisce Spalletti a margine di un convegno all'Università La Sapienza di Roma sulle barriere allo stadio Olimpico - Se mi dispiacerebbe vedere Pjanic alla Juventus? Io ho piacere se i giocatori fanno quello che li rende felici. Si debbono confrontare con delle situazioni individuali, soggettive".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento