rotate-mobile
Calciomercato

Lotito aumenta il capitale. Si sblocca Basic e si punta Kostic

Claudio Lotito sta valutando di risolvere in prima persona il problema dell'indice di liquidità per sbloccare il mercato della Lazio. Pronto Basic, si sogna Kostic

Il problema dell’indice di liquidità negativo sta creando grossi guai alla Lazio, rimasta per forza di cose bloccata sul mercato.  Sabato 21 agosto la Lazio scenderà in campo contro l’Empoli per la prima giornata di campionato ed entro le 12 di venerdì 20, il club capitolino deve comunicare la lista dei giocatori per la partita contro i toscani. Al momento rischiano di restare fuori dalla lista Radu che ha rinnovato il suo contratto dopo il 30 giugno, e i nuovi acquisti Hysaj, Felipe Anderson, Luka Romero e Kamenovic. Infatti il problema dell’indice di liquidità oltre a fermare il lavoro della Lazio sul mercato, non permette di ufficializzare le operazioni già chiuse. 

La soluzione di Claudio Lotito

Per risolvere la sgradevole situazione, viste le difficoltà ad arrivare alla cessione di Joaquin Correa, il presidente Claudio Lotito sta valutando di intervenire in prima persona. Il patron biancoceleste sta pensando di disporre un aumento di capitale di circa 10 milioni di euro attraverso la Lazio Events per far tornare in attivo l’indice di liquidità. La mossa, fino a qualche giorno fa, non era presa in considerazione da Lotito, ma adesso sembra l'unica strada percorribile dal numero laziale per sbloccare il mercato biancoceleste. 

Lotito sblocca Basic e l'esterno d'attacco

Così facendo la Lazio investirebbe sul mercato piazzando in prima battuta il colpo Basic dal Bordeaux. Col centrocampista già c’è un accordo per un quinquennale da 1,5 milioni di euro a stagione.

Altro colpo richiesto da Maurizio Sarri è quello relativo all'esterno d'attacco. Fra i sogni del tecnico toscano c’è Kostic dell’Eintracht Francoforte. Il club tedesco per il serbo però pretende una cessione a titolo definitivo o al massimo un prestito con obbligo di riscatto. Formule non molto gradite da Tare che per questa ragione, sta virando sulle alternative che propone il campionato italiano. Le piste sono Riccardo Orsolini del Bologna, valutato 15 milioni di euro che può partire con la formula del prestito con diritto di riscatto e José Maria Callejon della Fiorentina. Il calciatore 34enne è un pupillo di Sarri dopo i bei trascorsi a Napoli, ma Lazio per lo spagnolo non vorrebbe spendere più di due milioni di euro. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotito aumenta il capitale. Si sblocca Basic e si punta Kostic

RomaToday è in caricamento