rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Calciomercato

Calciomercato Lazio sfuma Milik. Due ex Inter come vice immobile

La Lazio ha perso l'occasione di portare Milik alla corte di Sarri. Nel ruolo di vice-Immobile ora è testa a testa fra Bonazzoli ('97) e Pinamonti ('99)

Sfuma uno degli obiettivi principali in casa Lazio. Infatti non arriverà a Formello Milik, con l’attaccante che resta alla Juventus. Riparte la caccia al vice-Immobile. 

Niente Milik

Maurizio Sarri storce il naso. Milik era stato individuato dall’allenatore come rinforzo importante e low cost per i biancocelesti che nella prossima stagione giocheranno in Champions League. Il non spingere sull’acceleratore per regalare alla squadra il polacco come vice-Immobile ha favorito la Juventus che per 6 milioni di euro (+1 di bonus) ha confermato il centravanti. Un’occasione persa per la Lazio. 

Ritorno di fiamma per Bonazzoli 

Perso Milik, la Lazio registra un ritorno di fiamma per Federico Bonazzoli (’97). L’attaccante di proprietà della Salernitana è in partenza ed è già da tempo nel mirino dei biancocelesti. Attaccante di manovra, non finalizzatore di primo pelo, Bonazzoli è l’alternativa low cost adesso in pole per il ruolo di centravanti di scorta. Lotito ha avviato i primi contatti col club campano per il trasferimento. Nella trattativa per portare l’attaccante a Formello può rientrare Cancellieri. 

Gli altri 

Bonazzoli non è l’unico nome in lista per il ruolo di vice-Immobile. Si monitora Andrea Pinamonti (’99) attaccante del Sassuolo che nell’ultima stagione però ha deluso dopo l’esperienza positiva ad Empoli. Anche qui potrebbe rientrare Cancellieri nell’affare (ma anche in quella Berardi obiettivo numero del mercato laziale), con l’esterno destinato a lasciare la Lazio. A spingere Pinamonti verso la Lazio anche i suoi procuratori, facendo il giocatore parte della scuderia Raiola che in rosa Lazio fra l'altro ha Romagnoli e sta lavorando per il rinnovo del prestito di Pellegrini. Altro nome che stuzzica l’ambiente laziale è Mateo Retegui (’99) il centravanti emergente della Nazionale italiana. Su di lui per ora militante in Argentina, ci sono però diversi club. Più defilato Gimenez (2001) del Feyenoord e complicata la pista Simeone (’95). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Lazio sfuma Milik. Due ex Inter come vice immobile

RomaToday è in caricamento