Domenica, 19 Settembre 2021
Calciomercato

Lamela-Tottenham c'è l'accordo: ecco le cifre. I club trattano ancora

L'ex talento del River Plate ha trovato l'accordo con il club londinese per 5 anni con l'opzione per il sesto. Ballano cinque milioni tra Roma e Spurs

Erik Lamela è sempre più vicino al Tottenham. Anzi tra 'El Coco' e il club londinese c'è già un accordo di massima. Questa mattina, poco prima della 9, gli agenti dell’argentino con in testa Pablo Sabbag sono volati a Madrid per parlare con Franco Baldini, direttore dell’area tecnica del Tottenham in Spagna per chiudere il trasferimento di Bale al Real Madrid e la fumata bianca non ha tardato ad arrivare. 

LE CIFRE DELL'ACCORDO - 2 milioni e 400 mila euro a Lamela per 5 anni con opzione per il sesto. Sono queste le cifre, non ancora confermate, che andranno a riempire le tasche del talento argentino. Ad aprile la Roma propose al giocatore un rinnovo contrattuale di 1 milione e 600 mila euro a fronte del milione e 250 mila attualmente percecipiti dal giocatore. L'entourage di Lamela non ha ritenuto soddisfacente l'offerta e così il Tottenham si è inserito. 

Affare chiuso quindi? Ancora no. Gli Spurs hanno messo sul piatto 30 milioni, i giallorossi ne chiedono 35. Cinque milioni che mancano ma che potranno essere presto messi sul piatto. Si tratta anche sul metodo di pagamento: gli inglesi puntanto a farlo in tre rate, la Roma vorrebbe subito almeno 20 milioni. 

L'ORO DI LONDRA - La tratttativa che porterà Gareth Bale al Real Madrid, inoltre, darà un'altra iniezione agli Spurs. Il gallese sarà venduto per circa 100 milioni di sterline senza contropartite tecniche e quei soldi serviranno per finanziare il mercato d'oro della squadra di Villas Boas. Dopo gli arrivi dell'ex obiettivo giallorosso Paulinho (20 milioni di euro), Roberto Soldado (30 milioni), Etienne Capoue (11 milioni) e Nacer Chadli (9 milioni), oggi a Londra è arrivato anche Willian (30 milioni) mentre presto toccherà anche a Lamela.

DUBBI SUL PROGETTO - 'El Coco', però, rappresentava la punta di diamante del progetto giovani che avrebbe dovuto far decollare la nuova Roma americana. Venduto già Marquinhos al Psg, però, la dirigenza giallorossa adesso sta vendendo un altro prospetto: il miglior classe '92 del mondo. I tifosi sono dubbiosi e aumentano i malumori. Il mercato chiuderà il 2 settembre e se le trattativa con il Tottenham si dovesse chiudere, Sabatini sarebbe chiamato al miracolo: portare a Trigoria almeno due giocatori di livello assoluto.  

FISCHI E APPLAUSI ALL'OPEN DAY - La Roma nel frattempo si è presentata davanti ai circa 25mila tifosi presenti allo stadio Olimpico fra fischi e applausi. Il più osannato è stato come sempre Francesco Totti, accolto con il solito coro 'C'è solo un capitano'. Applausi per i nuovi acquisti, in particolare per Kevin Strootman e anche per Daniele De Rossi. 

Fischi alla presentazione dello staff tecnico e durante l'intervento di Rudi Garcia. "Sono molto felice di vedere tanti tifosi della Roma, potete essere sicuri di una cosa: faremo il massimo perchè siate orgogliosi della vostra squadra. Forza Roma", ha detto l'allenatore. 

IL DERBY BRUCIA - I tifosi non hanno poi dimenticato la sconfitta subita nel derby contro la Lazio nella finale di coppa Italia: "Non saper rimediare ad una sconfitta è peggiore della sconfitta stessa", recitava uno striscione esposto in curva Sud, mentre su un altro in tribuna Tevere era scritto: "26/5 Noi non dimentichiamo, vergogna". Ancora da digerire è pure l'ospitalità offerta alla Juventus alla vigilia della Supercoppa: "17-8-13 disinfettate Trigoria". Durante la presentazione, un aereo che ha sorvolato l'Olimpico fra i fischi del pubblico ha recapitato un messaggio da parte dei 'cuginì della Lazio: "26.5.13 la verità reale è che v'avemo fatto male".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lamela-Tottenham c'è l'accordo: ecco le cifre. I club trattano ancora

RomaToday è in caricamento