rotate-mobile
Calciomercato

Calciomercato Lazio: gli ostacoli per il rinnovo di Strakosha. Ecco il punto

Il futuro di Thomas Strakosha alla Lazio è ancora un rebus. Il portiere albanese chiede una cifra troppo elevata per il club, e Sarri preferirebbe puntare su altri nomi. Biancocelesti alla ricerca anche di un secondo con Reina destinato in Spagna

Tiene banco in caso Lazio la situazione portieri. Thomas Strakosha e Pepe Reina sono in scadenza di contratto e il loro futuro in biancoceleste non è per nulla certo, anzi. Per quanto riguarda l'albanese la Lazio proverà ancora a fare un tentativo per il rinnovo ma ci sono diversi ostacoli da superare.

Il punto su Strakosha

Thomas Strakosha (classe 1995) dopo un avvio di stazione in panchina e con errori, è tornato titolare indiscusso fino al termine della stagione della Lazio. Il portiere albanese nell'ultimo turno a Marassi contro il Genoa è risultato decisivo con degli ottimi interventi. Le sue buone prestazioni stanno facendo riflettere la Lazio nel proporre il rinnovo del contratto, in scadenza a giugno, all'estremo difensore pensando anche di risparmiare nel ruolo del portiere visto che in estate la Lazio dovrà intervenire in maniera massiccia in altri reparti quali difesa e centrocampo. Gli ostacoli principali per il prosieguo dell'avventura di Strakosha alla Lazio sono due: le richieste economiche del portiere e Maurizio Sarri.

Strakosha chiede un aumento dell'ingaggio attuale, di poco superiore al milione di euro a uno base di 2 milioni. Inoltre chiede un bonus al momento della firma compreso fra i 2,5 e i 3 milioni di euro. Proprio su questo punto c'è lo scontro con la Lazio con Lotito che non intende spendere questa cifra per il rinnovo. Il patron laziale vorrebbe mediare (o meglio cancellare il bonus) per risparmiare in porta in vista degli altri investimenti previsti nella sessione di mercato estiva. La difficoltà maggiore è però legata a Sarri. Il tecnico non è pienamente convinto di Strakosha e spinge per avere un nuovo portiere.

La lista di Sarri

Il preferito di Maurizio Sarri per la porta della Lazio nella prossima stagione è Sergio Rico. Portiere classe 1993, lo spagnolo è in forza al Maiorca ma di proprietà del Psg. Affidabile, con esperienza internazionale e low cost visto che la richiesta dei parigini è di 5 milioni di euro e con cui si può trattare anche un prestito con obbligo di riscatto. Questi elementi fanno di Sergio Rico l'obiettivo numero uno per la porta biancoceleste per la prossima stagione. In alternativa sono in risalita le quotazione di Gollini (classe 1995) che non sta trovando spazio al Tottenham, con gli Spurs che non riscatteranno il portiere dall'Atalanta. L'estremo difensore dopo una stagione in panchina può rilanciarsi in biancoceleste. 

Per quanto riguarda invece il posto da secondo è corsa a due. Piace Sirigu, classe 1987, in forza al Genoa, seguito dalla Lazio per sostituire Reina sempre più destinato ad un ritorno in Spagna. L'operazione per portare il portiere campione d'Europa ad Euro 2020 nella Capitale non è complicata, soprattutto in caso di retrocessione dei liguri in Serie B. L'alternativa è Provedel (classe '94) dello Spezia in scadenza a giugno e che non ha ancora trovato l'accordo per il rinnovo. 

Gli altri nomi Kepa e Carnesecchi restano soltanto delle chimere: lo spagnolo per via dell'alto ingaggio, l'italiano per la richiesta di 15 milioni di euro da parte dell'Atalanta proprietaria del cartellino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Lazio: gli ostacoli per il rinnovo di Strakosha. Ecco il punto

RomaToday è in caricamento