menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brighi verso Firenze, ma il Milan prova ad inserirsi

I rossoneri non si arrendono neanche sul fronte Mexes: pronti per il difensore e il centrocampista 15 milioni più tre giocatori. Il francese però non dovrebbe muoversi da Roma

Trenta, trentacinque milioni di euro. La Roma deve rientrare di questa cifra alla fine di questa sessione di calciomercato. Dopo Pradè, anche Luciano Spalletti sabato si è lasciato andare alla confessione: “Qualcuno partirà”. Un indizio in più è emerso dalle parole del tecnico: “Abbiamo molti centrocampisti”.

Nel reparto centrale quindi è possibile che qualcuno faccia le valigie. Il nome più indiziato è quello di Matteo Brighi, in rotta con la società per il mancato adeguamento del contratto e che piace tantissimo alla Fiorentina. La trattativa sarebbe molto avanzata ed il giocatore andrebbe a sostituire Felipe Melo, ormai quasi juventino.

Sul riminese però potrebbe piombare anche il Milan a caccia di un centrocampista. In tal senso i rossoneri starebbero preparando una maxi offerta ai giallorossi per provare a rimettere sul piatto anche Philippe Mexes. Oltre ai soldi, si parla di 15 milioni di euro, per Mexes e Brighi i rossoneri offrirebbero anche tre giocatori da scegliere tra Jankulovsky, Abate, Kalac, Storari.

Difficile che la Roma accetti. Mexes si è infatti dichiarato incedibile e la stessa società si è esposta. I giocatori offerti però potrebbero fare comodo ai giallorossi che cercano soprattutto un portiere e un centravanti. Jankulovsky poi è un vecchio pupillo di Spalletti.

A tenere viva la speranza del Milan di avere Mexes c'è anche la non ancora avvenuta partenza di Andreolli. Per l'ex interista le offerte non mancano, ma la Roma sta titubando: che siano in arrivo notizie dal fronte Mexes?
Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento