Sport

Calciomercato Lazio, Reja: "Zarate via? Non posso dirlo"

Il tencico goriziano non stravede per l'attaccante argentino: "Se dovesse rimanere, dovrei fare delle scelte. Abbiamo tanti attaccanti". Per Floccari, intanto, è lotta tra Fiorentina e Wolfsburg

Nonostante il caldo estivo, il rapporto tra il tecnico della Lazio, Edy Reja, e il beniamino dei tifosi biancocelesti Mauro Zarate rimane sempre gelido. L'equivoco tattico che circonda il giocatore di Haedo rischia di creare uno strappo difficilmente risanabile. Il mister goriziano lo vede come esterno d'attacco, lui vorrebbe fare la seconda punte, i sostenitori laziali lo vorrebbero trequartista insieme ad Hernanes. L'argentino, con le valigie pronte, però non ha tante offerte: Atletico Madrid, Tottenham e Villareal lo cercano ma il presidente Claudio Lotito vuole almeno 20 milioni, troppi. "Zarate in uscita? Non lo so, non posso dirlo", ha commentato mister Reja, alle domande sul futuro dell'attaccante argentino. "Abbiamo acquistato davanti giocatori come Cissè e Klose. Zarate è una punta, è un valore che attualmente abbiamo. Se dovesse rimanere, dovrei fare delle scelte. È difficile gestire 7 punte", dice. "Abbiamo completato tutte le operazioni che avevamo in programma. - continua Reja - Ora dipende da quanti giocatori avranno richieste o andranno via. Se qualcuno non va via in entrata non c'è più spazio», dice, confermando poi l'interesse mostrato per il centrocampista del Cesena, Marco Parolo: "Lo abbiamo trattato come altri, una società opera secondo direttive e a noi interessava. Ma, ripeto, siamo tanti e in entrata non c'è spazio per nessuno fino a quando abbiamo 32-33 giocatori in rosa". Il tecnico chiude poi parlando di Kozak che "ha finito più tardi degli altri la stagione ed è arrivato con 10 giorni di ritardo. Sicuramente è fra quelli che abbiamo deciso di tenere. Ora non trova spazio perchè ci sono altri più avanti di lui con la preparazione, ma per noi resta un giocatore importante". Sul piede di partenza c'è anche un altro attaccante: Sergio Floccari. Il centravanti di Nicotera piace alla Fiorentina che avrebbe offerto 2,5 milioni alla Lazio per la comproprietà ma la società capitolina ne vuole almeno 2 in più. I corteggiatori di Floccari però non mancano e dalla Germania rimbalza la voce he il Wolfsburg sarebbe interessata al giocatore data la partenza del 32enne Grafite. La trattativa è avviata: il club tedesco vorrebbe inserire l'ex juventino Diego nell'affare ma la Lazio, in cambio, avrebbe chiesto il cartellino di Simon Kjaer, difensore centrale danese ex Palermo che piace tanto alla Roma. Siamo ancora nelle fasi iniziali ma presto ci potrebbe essere una svolta. Se non dovesse arrivare Kjaer, i biancocelesti tornerebbero su Rafael Toloi, difensore centrale del Goias classe 1990.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Lazio, Reja: "Zarate via? Non posso dirlo"

RomaToday è in caricamento