rotate-mobile
Calcio

Caso Zaniolo: il certificato medico e la lista Uefa. Le novità in casa Roma

Nicolò Zaniolo ha presentato un certificato medico alla Roma per chiedere un periodo di riposo per stress. Il club lo ha inserito nella lista Uefa per pura formalità

Si riempie di un altro capitolo la storia fra Zaniolo e la Roma. Arricchiscono la storia un certificato medico presentato da Zaniolo al club e l’inserimento dell’attaccante nella lista Uefa. 

La lettera e il certificato 

All’Ansa Zaniolo ha spedito una lettera aperta in cui dichiara di tendere la mano alla Roma per riappacificarsi. “Il futuro è nelle nostre mani: io tendo la mia e mi metto a completa disposizione della famiglia della Roma". Queste le parole di Zaniolo che però nella giornata di ieri a Trigoria si è presentato e ha portato al club un certificato medico in cui richiede un riposto di 30 giorni per via del suo stato psicoattitudinale. La visita a Trigoria ha portato le parti a concordare il riposo per il giocatore, ma con visite periodiche (ogni settimana) per valutare l’andamento. 

La lista Uefa

Nonostante tutto il tumulto degli ultimi giorni, la Roma ha inserito Zaniolo nella lista Uefa mentre è stato escluso Solbakken. L’inserimento in lista del 22 giallorosso è da intendere come sola formalità. Infatti la Roma lo ha inserito per pure interesse economico per via dei paletti Uefa del settlment agreement. In questo modo in caso di cessione in estate di Zaniolo, la Roma potrà sfruttare l’incasso per regolare i conti con l’Uefa e poter acquistare un giocatore al suo posto. Inoltre Zaniolo è stato inserito perché rientrante fra i giovani cresciuti in Italia. 

La situazione

Zaniolo non si allenerà a Trigoria, né da solo né con i compagni per almeno 30 giorni e l’inserimento nella lista Uefa è solo formale. Resta infatti ancora il pugno duro della Roma voluto dai Friedkin per cui Zaniolo è ancora fuori rosa. La società americana vuole la cessione del giocatore in estate alle stesse cifre offerte dal Bournemouth e rifiutate dal giocatore. In caso di offerte minori la Roma non farà sconti e Zaniolo resterà da separato in casa fino alla scadenza naturale, estate 2024, del suo contratto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Zaniolo: il certificato medico e la lista Uefa. Le novità in casa Roma

RomaToday è in caricamento