rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Calcio

Roma-Leicester 1-0: Olimpico in festa, Abraham porta i giallorossi in finale di Conference League

La Roma batte il Leicester e conquista la finale di Conference League. Decisiva la rete di Abraham ad inizio partita che fa volare i giallorossi a Tirana dove sfideranno il Feyenoord

La Roma batte il Leicester per uno a zero nella semifinale di ritorno di Conference League e conquista la finale. Il gol che porta i giallorossi a Tirana lo segna Abraham ad inizio partita con un imperioso stacco di testa. La squadra di Mourinho non gioca una bella partita ma grazie ad una partenza furiosa, rabbiosa mette alle corde gli inglesi e coltiva la vittoria meritata. I giallorossi in difesa non soffrono nulla e agevolmente passano il pass per la finale dove affronterà il Feyenoord. Adesso la Roma ha la possibilità di vincere un trofeo e rendere questa stagione Special.

Menzione speciale ancora una votla per i tifosi giallorossi all'Olimpico, ben 63.940, che hanno sostenuto Pellegrini e compagni dal fischio d'inizio a quello finale. Curva Sud protagonista con una coreografia particolare e studiata ad hoc per l'occasione: "In Britannia cuncti nomen romanorum horrebant" - "In Britannia tutti temevano il nome dei romani". Nella notte del ritorno in una finale europea per la Roma, si segnalano anche due momenti toccanti: il tributo da parte dei giallorossi e inglesi a Claudio Ranieri in tribuna, e le lacrime liberatorie di Mourinho al triplice fischio sempre più parte dell'universo Roma. 

curva sud roma leicester

Roma-Leicester, la cronaca

La Roma parte subito bene con Pellegrini che impegna Schmeichel su punizione, ma il portiere degli inglesi si salva in corner. Al minuto undici i giallorossi passano in vantaggio con Abraham. Sugli sviluppi di corner l’inglese vola in cielo e di testa sigla la rete dell’uno a zero facendo esplodere l’Olimpico. Poco dopo è ancora Pellegrini a testare i riflessi del portiere avversario che risponde presente. Al 79esimo il primo tiro verso la porta del Leicester con Tielemans dalla distanza. Il tentativo del centrocampista è centrale e facilmente parato da Rui Patricio. All’83esimo ci prova sempre da lontano il Leicester questa volta con Iheanacho ma ancora una volta il portiere romanista para agevolmente. Nel recupero ci prova anche Maddison dalla distanza ma il suo tiro termina largo di poco. Oliveira prova dalla distanza a sorprendere Schmeichel che mette in angolo.

Tabellino e pagelle

Roma (3-4-1-2): Rui Patricio 6; Mancini 6, Smalling 7, Ibanez 6,5; Karsdorp 6, Sergio Oliveira 6,5, Cristante 7, Zalewski 7 (dall’84’ Vina s.v.); Pellegrini 7; Zaniolo 5,5 (dal 78’ Veretout s.v.), Abraham 7 (dall’88’ Shomurodov s.v.). All.: Mourinho 7.

Leicester (4-1-4-1): Schmeichel 6; Pereira 5 (dal 70’ Castagne 6), Fofana 5, Evans 5,5, Jutin 5,5; Tielemans 5; Dewsbury-Hall 5 (dal 77’ Perez s.v.), Maddison 6, Lookman 5,5 (dal 46’ Amartey 6), Barnes 5,5 (dal 46’ Iheanacho 5,5); Vardy 5. All.: Rodgers 5. 

Marcatori: 11’’ Abraham (R)

Ammoniti: Mancini (R), Karsdorp (R); Fofana (L)

Arbitro: Jovanovic (SRB)

I top e flop giallorossi

Abraham 7,5: Lotta come un leone su ogni pallone e segna il gol che manda la Roma in finale, il nono personale nel torneo. 

Zalewski 7: Da veterano corre per tutta la fascia sinistra giocando una partita di grande personalità. È un classe 2002. 

Pellegrini 7: Grande partita del capitano romanista. Sempre presente e decisivo.

Zaniolo 5,5: Tanto lavoro sporco che non porta grandi risultati. Perde diversi palloni che potevano permettere alla squadra di conservare il possesso e respirare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Leicester 1-0: Olimpico in festa, Abraham porta i giallorossi in finale di Conference League

RomaToday è in caricamento