rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Calcio Della Vittoria / Viale dei Gladiatori

Roma-Genoa 1-0: Lukaku come Batistuta, Paredes ingenuo

Big Rom col suo gol regala i tre punti ai giallorossi che vuol dire matematica certezza di entrare almeno in Europa League. Salterà l'Empoli per squalifica

La Roma batte per uno a zero il Genoa nell'ultima casalinga della stagione. All'Olimpico decide Romelu Lukaku alla sua ultima partita stagionale visto che da diffidato è stato ammonito e salterà la trasferta di Empoli. La rete di Big Rom (che eguaglia Batistuta e Montella come numero di gol alla prima stagione nella Capitale) permette alla squadra di De Rossi di arrivare matematicamente al sesto posto e di continuare a sognare la qualificazione in Champions League (tifando Atalanta in Europa League ma non in campionato). Il gol della vittoria arriva al termine di una partita complicata per Pellegrini e compagni rimasti in 10 per l'espulsione di un ingenuo Paredes. 

Tabellino 

Roma (4-2-3-1): Svilar; Celik, Llorente, N’Dicka, Angelino (dall’81’ Mancini); Bove, Paredes, Cristante; Baldanzi (dal 63’ Dybala 5,5; dal 92’ Kristensen), Pellegrini (dal 63’ El Shaarawy); Lukaku (dal 92’ Abraham). All.: De Rossi

Genoa (3-5-2): Martinez; Vogliacco (dall’81’ Vitinha), De Winter, Vasquez; Spence, Frendrup (dal 91’ Ankeye), Badelj (dall’81’ Malinovskyi),  Strootman (dal 67’ Thorsby), Martin; Ekuban (dal 67’ Gudmundsson), Retegui. All.: Gilardino 

Marcatori: 79’ Lukaku (R)

Ammoniti: Lukaku (R)

Espulsi: Paredes (R)

Arbitro: Manganiello

Ecco le pagelle di RomaToday

Svilar 6,5: Un sola parata ma bella e importante sul mancino dinamite di Malinovskyi nel finale. 

Celik 6: Sorprendentemente propositivo in fase di spinta, concede poco. 

Llorente 5,5: In affano contro Retegui. 

N’Dicka 6,5: Il migliore della difesa romanista. I palloni alti sono tutti suoi. 

Angelino 6,5: Sbocco di gioco sulla sinistra. Ripulisce più palloni col suo mancino. (dall’81’ Mancini s.v.)

Bove 6: Corsa e quantità. 

Paredes 4: Espulso per proteste plateali, per qualche parola di troppo per un fallo non fischiato al limite dell’area di rigore del Genoa. Ingenuo, troppo per uno dalla sua esperienza. 

Cristante 6: Impreciso nel primo tempo, tiene la squadra in piedi dopo l'espulsione di Paredes. 

Baldanzi 5,5: Chiede spesso il pallone ma sbaglia costantemente la giocata. Dinamico sì ma fumoso e poco concreto. (dal 63’ Dybala 5,5: Non è al meglio e si vede, ha un paio di possibilità col mancino ma nemmeno ci prova. Gioca col freno a mano tirato viene gettato nella mischia per cercare la vittoria e poi sostituito nel recupero.Dal 92’ Kristensen s.v.). 

Pellegrini 5: Un fantasma. Tocca pochi palloni e male, tirando in curva. (dal 63’ El Shaarawy 6,5: Entra e punge: suo l'assist per il gol di Lukaku).

Lukaku 7: Poche sponde nel primo tempo chiuso dalla difesa genoana. Nella ripresa si esalta nell'1vs1 con Vogliacco (para Martinez) e poi con un bel colpo di testa regala la vittoria alla Roma. Gol che vale l'aritmetica certezza del sesto posto in campionato e che permette al belga di raggiungere a quota 21 Batistuta e Montella come marcature nel primo anno in giallorosso. Esulta togliendosi la maglia e prendendosi il giallo che da dffidato vuol dire aver chiuso così la sua stagione. (dal 92' Abraham s.v.).

All.: De Rossi 6,5: La Roma gioca ma non concretizza. Mischia le carte, rischia Dybala per prendersi la vittoria, ma il jolly lo pesca con El Shaarawy. Tre punti e può continuare a sperare nella Champions. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Genoa 1-0: Lukaku come Batistuta, Paredes ingenuo

RomaToday è in caricamento