rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Calcio

Lazio-Milan 4-0: lezione di calcio biancoceleste, Sarri spazza via l'ex Pioli. Cronaca, commento e pagelle della partita

La Lazio spazza via il Milan con un potente 4 a 0. Milinkovic-Savic, Zaccagni, Luis Alberto (su rigore) e Felipe Anderson in gol. Biancocelesti terzi in classifica

La Lazio batte il Milan per 4 a 0 e vola al terzo posto della classifica insieme a Roma e Inter e -1 dai rossoneri secondi. La partita dell'Olimpico è una lezione di calcio di Sarri all'ex Pioli. I biancocelesti, senza Immobile, annichiliscono il Milan mai nel match. La Lazio è perfetta, un gioca un grande calcio e colpisce da tutte le parti. In gol Milinkovic-Savic e Zaccagni (in stato di grazia) nel primo tempo, Luis Alberto e Felipe Anderson nella ripresa. La squadra di Sarri non soffre e schiaccia il Milan sia col palleggio sia col pressing. All'Olimpico non c'è storia, una grande Lazio spazza via il Milan e ora più che mai lottare per la Champions League è un dovere a cui Sarri non può sottrarsi. Unica nota stonata della magica notte laziale i beceri cori antisemiti cantati dalla Nord prima della paritta e dopo il 3 a 0 di Luis Alberto.

Lazio-Milan, la cronaca

Al 4’ la Lazio passa in vantaggio con Milinkovic-Savic. Il serbo col mancino mette in rete un assist di Zaccagni, con velo di Luis Alberto. Al 19esimo risponde il Milan con un tiro dalla distanza di Tonali, para facilmente Provedel. Al 38esimo raddoppio biancoceleste con Zaccagni. Palla illuminante di Pedro per Marusic, il 77 calcia verso la porta sorprendendo un non perfetto Tatarusanu e colpisce il palo ma sul pallone vagante si avventa Zaccagni che fa due a zero. Al 49esimo gran punizione di Bennacer che mette i brividi a Provedel. Al 62esimo grande opportunità Milan con Leao che da zero metri calcia alto. Al 65esimo calcio di rigore per la Lazio guadagnato da Pedro che anticipa Kalulu che lo atterra. Dal dischetto va Luis Alberto che non sbaglia. Al 75esimo poker della Lazio magia di Luis Alberto che trova un corridoio impossibile per Felipe Anderson che non sbaglia. 

Tabellino e pagelle

Lazio (4-3-3): Provedel 6; Marusic 7,5 (dal 78’ Lazzari s.v.), Casale 6,5, Romagnoli 6,5, Hysaj 6,5; Cataldi 7 (dall'87' Marcos Antonio s.v.), Milinkovic-Savic 7,5 (dall’83’ Basic s.v.), Luis Alberto 8; Pedro 7 (dal 78’ Romero s.v.), Felipe Anderson 7,5, Zaccagni 8. All.: Sarri 9

Milan (4-2-3-1): Tatarusanu 5,5; Calabria 4, Kalulu 4, Tomori 5,5 (dal 23’ Kjaer 4,5), Dest 4; Tonali 5, Bennacer 4; Messias 5,5 (dal 58’ Saelemaekers 5), Diaz 5,5 (dal 59’ De Ketelaere 5), Leao 5,5 (dal 79’ Rebic s.v.); Giroud 5 (dal 59’ Origi 5). All.: Pioli 4

Marcatori: 4’ Milinkovic-Savic (L), 38’ Zaccagni (L), 67’ Luis Alberto (L), 75’ Felipe Anderson (L)

Ammoniti: Milinkovic-Savic (L); Bennacer (M), Kjaer (M)

Arbitro: Di Bello 

I top e flop biancocelesti 

Luis Alberto 8: Mago. Fa tutto bene, benissimo. Non sbaglia una scelta e si prende pure il rigore lasciato a Zaccagni nel Sassuolo. Insostituibile. 

Zaccagni 8: Devastante. Il 20 è in uno stato di forma strepitoso. Imprendibile. 

Marusic 7,5: La sua miglior partita della carriera. Cancella dal campo Leao. Perfetto, aggressivo in difesa, importante in attacco. Festeggia come meglio non poteva la 201esima partita in biancoceleste.

Pedro 7: Non segna ma è decisivo. Da una mano in difesa a Marusic, propizia il due a zero si conquista il rigore del tre a zero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio-Milan 4-0: lezione di calcio biancoceleste, Sarri spazza via l'ex Pioli. Cronaca, commento e pagelle della partita

RomaToday è in caricamento