rotate-mobile
Calcio Borghesiana / Via Lentini, 74

Vasta al Vesta: "Qui per il progetto ambizioso. Grazie Atletico Morena"

Erik Vasta ormai ex bomber dell'Atletico Morena, è sceso di categoria sposando il progetto del Vesta formazione di Prima Categoria che punta a diventare il terzo polo calcistico della Capitale

Al di là della categoria e dei soldi. Al primo posto ambizioni e progetti. Questo è il mantra di Erik Vasta, attaccante classe 2000 che è salito alla ribalta a suon di gol nella Promozione laziale dopo le ottime stagioni all’Atletico Morena. L’attaccante, il cui idolo è El Fideo Di Maria, ha sposato l’ambizioso progetto del Vesta, del presidente Comandini, formazione di un quartiere di Roma che aspira a diventare il terzo polo calcistico della Capitale dopo la Roma e la Lazio. Il Vesta, che al momento si appoggia alla Pol. Borghesiana (via Lentini, 74) in attesa della fine dei lavori allo Stadio XII Apostoli (via Selva dei Cavalieri 2) è pronto a giocare il campionato di Prima Categoria e mira a scalare i campionati regionali in breve tempo. RomaToday ha intervistato Erik Vasta pronto ad iniziare questa sua avventura al Vesta.  

Erik raccontaci il perché dell’addio Atletico Morena

Già durante il campionato scorso avevo scelto di cambiare squadra perché avevo bisogno di nuovi stimoli. Sono grato e saluto il Morena per avermi fatto emergere, compagni compresi.

Dall’Atletico Morena con cui lottavi per il salto in Eccellenza al Vesta in Prima Categoria, perché?

Ho scelto il Vesta per la sua storia e per la sua voglia di arrivare con pazienza e sacrificio a grandi risultati. Sono sceso di categoria non per una questione economica ma per il progetto di questo club che mi ha ridato la fame e gli stimoli di cui avevo bisogno. 

Un progetto ambizioso quindi

Sì, l’incontro con il presidente del Vesta Comandini mi ha colpito fin dal primo momento. È un progetto ambizioso e molto serio, non solo a parole. Lo dimostra il mercato fatto dalla società. In squadra ci sono giocatori come Federici (ex Atletico Torrenova) e Giancarlo Di Bari miei amici fraterni e giocatori di spessore da cui ho imparato molto dal campo. Così come i fratelli Lunghi, Cassetti e Russo. 

Un team di valore per la categoria con alla guida un tecnico che tu conosci bene…

Sì a guidarci ci sarà mister Alessandro Ferrari con cui ho lavorato all’Atletico Morena e alla sua prima esperienza sui campi da allenatore dopo le esperienze da preparatore atletico. È un allenatore con le idee chiare, che sa cosa vuole e che ama fare calcio. 

Obiettivo Promozione?

Ovviamente il campionato va giocato e la vittoria non l’abbiamo in tasca. Noi ce la metteremo tutta seguendo mister Ferrari e sostenuti dalla proprietà. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasta al Vesta: "Qui per il progetto ambizioso. Grazie Atletico Morena"

RomaToday è in caricamento