rotate-mobile
Calcio

Cynthialbalonga, parla Di Emma "Sono sicuro che ripartiremo"

Il morale resta alto in casa Cynthialbalonga nonostante la sconfitta in casa contro il Cassino

Non è andato bene l'esordio casalingo del Cynthialbalonga, sconfitto dal Cassino per 0-1 in una partita estremamente tirata. A parlare della partita è il difensore del Cynthialbalonga Antonio Di Emma, che ai microfoni del club commenta così. “Conosciamo benissimo questo girone, sappiamo che il tasso tecnico può essere penalizzato e gli episodi possono decidere. Abbiamo costruito molte palle gol nel primo tempo e poi quando sono andati in vantaggio non si è giocato più. Ce l’abbiamo messa tutta, mostrando uno spirito combattivo e restando sul pezzo tutti i novanta minuti, ma purtroppo non siamo riusciti a muovere la classifica: questo dev’essere un punto di ripartenza. Non siamo fenomeni, ma nemmeno gli ultimi arrivati. Magari questo k.o. può rappresentare la sveglia che ci serviva, meglio riceverla subito che tra qualche mesi. I pronostici saltano anche a livelli più alti, ma il gruppo lavora dal 20 luglio e ci crede tantissimo. Sono sicuro che ripartiremo”.

Non solo Di Emma, anche mister Scudieri ha voluto dire la sua sulla partita che ha visto uscire sconfitto il Cynthialbalonga per la prima volta in campionato. “Non penso che la squadra abbia demeritato né sul piano dell’agonismo, né su quello della voglia di fare. Le caratteristiche nostre sono chiare, ma abbiamo avuto difficoltà su un terreno di gioco in non buone condizioni: in ogni caso sappiamo che ci dovremo adattare. Il Cassino non ha prodotto praticamente nulla, ma chi gioca contro di noi ha spesso questo atteggiamento e dobbiamo trovare le contromisure. Siamo passati in vantaggio su una nostra disattenzione sugli sviluppi di un calcio piazzato, poi dopo è diventato tutto più complicato. Nel primo tempo, però, abbiamo avuto quattro palle gol nitide e magari andando in vantaggio la partita sarebbe cambiata. Dovremo essere più sereni, ma ora non dobbiamo né abbatterci, né crearci alibi. Abbiamo il dovere di provare a fare la partita viste le caratteristiche dei nostri giocatori, poi ovviamente ognuno usa le sue armi. Il cambio di D’Agostino? E’ stato proprio per un terreno di gioco che ne limitava le qualità e poi davanti abbiamo tante soluzioni. In ogni caso io e il mio staff abbiamo già le idee abbastanza chiare su dove intervenire e siamo sicuri che ripartiremo presto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cynthialbalonga, parla Di Emma "Sono sicuro che ripartiremo"

RomaToday è in caricamento