rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Calcio

I tifosi protestano per il caro biglietti: "Un affronto per chi ama la Roma"

Roma inizia la stagione 2023/2024 con un pò di malumore da parte dei tifosi. Non per colpa del calciomercato ma per via dell'aumento dei prezzi dei biglietti

La stagione 2023/2024 è alle porte e nonostante la Roma sia in ritardo sul mercato come ammesso da Mourinho, la squadra giallorossa potrà contare sul sostegno della propria gente. Supporto che non mancherà nonostante l’aumento dei costi dei biglietti che hanno fatto storcere il naso a non pochi tifosi giallorossi. 

Prezzi alti 

La Roma debutterà domenica 20 agosto all’Olimpico contro la Salernitana. I giallorossi attendono di continuare la striscia positiva della scorsa stagione di sold out nonostante il caro biglietti. Infatti un biglietto in Curva Sud costa 41 euro. La cifra più bassa è per un posto in Curva Nord, 35 euro. Le lamentele dei tifosi però si fanno più aspre per Roma-Milan in programma l’1 settembre, primo big match di campionato dei giallorossi. Per vedere la sfida fra giallorossi e rossoneri all’Olimpico bisognerà spendere almeno 75 euro in Curva Sud e almeno 62 in Curva Nord. 

Il cambio di rotta

La politica delle ultime stagioni della Roma era di un biglietto a prezzi ridotti e contenuti per riavvicinare la gente alla squadra e creare un vero e proprio fortino. Con l’arrivo di Mou e questa politica l’Olimpico ha regalato sempre emozioni e reso coeso l’ambiente. L’aumento dei prezzi è una scelta della Roma che ha premiato chi durante l’estate ha scelto l’abbonamento (306 euro il classic) che a giugno ha visto abbonarsi circa 40mila tifosi romanisti e anche pragmatiche avendo alcuni posti in meno per via di alcuni lavori all’Olimpico ancora non iniziati e dunque meno biglietti da vendere. 

Le reazioni social 

Sui social c’è tanto fermento. I tifosi non hanno presso bene il caro biglietti e si sentono traditi dalla “bugia del riportare le famiglie allo stadio”. “Non capisco questo cambio di rotta della società, un affronto alla tifoseria romanista, uno schiaffo al popolo che l’anno scorso ha sempre riempito lo stadio.. una tifoseria che non ha mai fatto mancare il sostegno e apporto anche dopo prestazioni indecorose”. E ancora “Non è questo il modo di trattare chi ama la Roma”, “Il calciomercato passa in secondo piano, i settori popolari devono avere prezzi congrui”. Su uno striscione Fedayn che sta facendo il giro sui social compare la scritta: "Prezzi popolari per settori popolari".

Una protesta che però non placa l’amore e la voglia dei tifosi della Roma, che sperano in un ricambio di rotta della società. 

striscione contro caro biglietti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tifosi protestano per il caro biglietti: "Un affronto per chi ama la Roma"

RomaToday è in caricamento